iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
sport

Un Novara calcio dai due volti batte la Carrarese

Un Novara calcio dai due volti batte la Carrarese

Gli azzurri dopo un primo tempo di calcio “champagne” soffrono nella ripresa

Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre alle ore 16:57

Superati i toscani per 2-1

Il Novara calcio conquista una vittoria importante battendo per 2-1 la Carrarese e lo fa con una condotta di gara dai due volti, Un primo tempo spettacolare e spumeggiante e una ripresa più di sofferenza. Il Novara calcio parte bene e al 7’arriva subito il gol. Cross di Cassandro dalla destra e a centro area Collodel trova la deviazione vincente. Trovato il vantaggio, gli azzurri si galvanizzano, continuano a premere e al 15’ trovano il raddoppio. Bortolussi parte da metà campo saltando un difensore e lanciato verso l’area fa partire un tiro che non lascia scampo al portiere toscano. Il Novara da spettacolo, preme, crea occasioni. Al 17’da fuori area colpisce il palo con un tiro di Capanni. Gli azzurri sembrano avere una marcia in più, giocando in scioltezza. Capanni sulla fascia imperversa. Al 29’ mette una bella palla in area ma Bianchi tira fuori misura. Sugli sviluppi dell’azione è ancora Capanni a impegnare il portiere della Carrarese. Al 31’ prima sortita toscana con tiro di Pasciuti parato da Marchegiani. Al 35’ Bortolussi serve bene in area Piscitella che tira ma il portiere Forte para respingendo. Al 38’ Piscitella ubriaca mezza difesa ma il suo tiro è deviato in angolo. Un minuto dopo e Capanni da fuori area costringe il portiere Forte nuovamente alla deviazione in corner. Serpentine, colpi di tacco, aperture improvvise è “calcio champagne” di stampo novarese. Si arriva alla fine del primo tempo con il vantaggio per 2-0 che sembra risicato per quanto visto in campo.

Tre punti preziosi e meritati

La ripresa vede il Novara calcio rallentare il ritmo anche perché la Carrarese lascia meno spazi. Nelle file toscane entra l’oleggese Maccarone. Primo quarto d’ora guardingo. Al 17’ Nardi si s’inventa uno slalom e serve in area Bortolussi ma il suo tiro attraversa lo specchio della porta e finisce a lato di un soffio. Al 22’ lo stadio tributa la standing ovation a Piscitella sostituito. Al 29’ la Carrarese accorcia le distanze con un colpo di testa di Murolo su corner. Gli azzurri abbassano il baricentro e soffrono. Si spazzano via i palloni che sembrano scottare. Nel recupero Murolo invita a non restituisce la palla dopo un out per infortunio e scoppia la bagarre. Si tratta dell’ultima emozione perché arriva il fischio liberatorio che sancisce tre punti preziosi e meritati.

m.d.

 

Approfondimenti e interviste sul numero del Corriere di Novara di lunedì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *