iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
Serie C

Novara Calcio, con il Como per ripartire

Novara Calcio, con il Como per ripartire

Domenica al "Piola" (ore 17,30) gli azzurri vogliono tornare al successo contro la squadra dell'ex Ludi.

Ultimo aggiornamento: 09 Novembre alle ore 07:30

Novara Calcio, con il Como per ripartire. Domenica alle ore 17,30 allo stadio “Silvio Piola” gli azzurri sfidano i lariani dell’ex Ludi.

Banchieri: «Prioritariamente ci interessa il risultato»

Dopo lo stop di Alessandria gli azzurri vogliono interrompere il digiuno di vittorie che dura da tre partite: «Ci arriviamo con tanta rabbia – sottolinea Simone BanchieriCi interessano la crescita e le prestazioni, ma prioritariamente il risultato. Guardando e riguardando la partita di sabato scorso si vede che non dovevamo perdere. Finito l’effetto sorpresa? Di nuovo c’è che bisogna lavorare di più, con più impegno e perseveranza. Non penso che con più attaccanti in campo si facciano più gol. A noi mancano le reti dei difensori su calci piazzati e quelle dei centrocampisti negli inserimenti».

Rispetto per i lariani: «Una squadra strutturata, in campo con volontà, sacrificio e sudore»

Nessuna novità in vista riguardo al modulo: «Con i tre centrocampisti siamo efficaci – spiega il tecnico azzurro – E’ vero, cominciano a conoscerci. Piscitella? Può essere imprevedibile in qualsiasi momento e lo ha dimostrato anche al “Moccagatta”. I turni infrasettimanali ingannano; con la Carrarese abbiamo fatto una grande partita, con il Renate se Capanni finalizza quella azione… Poi con la Pistoiese ci sono stati anche altri fattori. Eppure è accaduto due settimane fa». Il Como si presenta come un osso duro: «Ludi ha costruito un’ottima squadra, con un senso e un gioco – aggiunge Banchieri – Una squadra organizzata, strutturata. Facciamo le cose che sappiamo fare, con volontà, sacrificio e sudore».

Assenti solo i nazionali, Pogliano al rientro al centro della difesa

Capitolo formazione. Mancheranno solo i nazionali Barbieri, approdato con l’Italia ai quarti di finale del Mondiale Under 17 contro il Brasile, e Paroutis, alle qualificazioni europee Under 19 con Cipro. Prima convocazione anche per Bove («per fargli riassaporare il campo»). La novità può essere il ritorno di Pogliano (nella foto) in difesa al posto di Bellich («sono contento di lui, ci ha portato prestazioni e punti»). In porta, davanti a Marchegiani, difesa a quattro con Cassandro, Sbraga, Pogliano e Cagnano; in mezzo al campo Nardi, Buzzegoli e Bianchi, davanti probabile conferma del terzetto composto da Capanni, Piscitella e Bortolussi.
p.d.l.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *