iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
Politica

PalaEolo chiuso, la Lega: “Serve chiarezza, l’esposto è una scusa”

PalaEolo chiuso, la Lega: “Serve chiarezza, l’esposto è una scusa”

L'opposizione interviene sulla questione a distanza di una settimana dal blitz dei carabinieri

Ultimo aggiornamento: 23 Novembre alle ore 07:00

PalaEolo chiuso: sulla vicenda interviene il capogruppo castellettese di Castelletto è tua e della Lega: “L’Amministrazione si sta comportando in modo poco chiaro”.

PalaEolo chiuso: parla Ferrario

E’ con un comunicato ufficiale che il capogruppo di Castelletto è tua Massimiliano Ferrario è intervenuto sulla questione del palazzetto. Il rappresentante della Lega cittadina ha posto l’accento sulle responsabilità dell’Amministrazione, che ha esortato a dimostrare maggiore trasparenza. “In questi giorni – scrive Massimiliano Ferrario – il sottoscritto è stato avvicinato da alcuni cittadini e da alcuni rappresentanti delle associazioni sportive che utilizzavano il palazzetto per avere chiarimenti in merito alla repentina chiusura avvenuta il giorno 8 novembre a seguito dell’ordinanza a firma del sindaco Massimo Stilo. A detta di queste persone sembra venga riferito dall’Amministrazione Stilo che il mandante di un probabile esposto sia il sottoscritto”.

Se la struttura è sicura allora perché non viene riaperta?

“A parte la poca trasparenza nell’affrontare questa emergenza – prosegue Ferrario – (sono passate due settimane dalla chiusura e nulla si è ancora saputo in merito alle sorti della struttura), va sottolineato che il Palazzetto è stato chiuso dal sindaco in via precauzionale per questioni di infiltrazioni d’acqua, così come si legge nella stessa ordinanza. Se come continuano a sostenere la struttura è “sicura” e non c’è alcun rischio per l’incolumità pubblica, nulla vieta al sindaco di revocare la sua stessa ordinanza. Se questo non accade è perché ci sono altre motivazioni, ad oggi a noi sconosciute, che lo impediscono”.

“Serve un consiglio comunale aperto sul tema”

Come nelle scorse settimane, Ferrario è tornato anche in questi giorni a chiedere che si riunisca un consiglio comunale aperto per affrontare la questione con i cittadini. “Personalmente penso che il palazzetto abbia delle gravi problematiche strutturali e che si debba intervenire celermente per impedire eventuali lesioni che compromettano del tutto il suo utilizzo. Questo a ragion veduta, in quanto la perizia statica e il relativo monitoraggio commissionato della stessa Amministrazione conferma la mia preoccupazione. Penso che la sicurezza di ogni singola persona debba essere anteposta ad ogni logica di mercato e si sa che la Lega, che ho l’onore di rappresentare in questo gruppo, è da sempre in prima linea per garantire la sicurezza dei cittadini. Trincerarsi dietro alla scusa di un presunto esposto non risolve il problema. Siamo disposti a collaborare con l’Amministrazione al fine di risolvere il prima possibile la situazione per permettere alle Associazioni sportive di riutilizzare l’immobile. Abbiamo chiesto un Consiglio comunale aperto al fine di discutere sulla questione, non tanto per noi consiglieri, ma bensì per rendere partecipe la cittadinanza di questo serio problema. Ad oggi non abbiamo avuto alcuna notizia in merito. Invito il sindaco a fare chiarezza su quanto accaduto il prima possibile”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *