iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara
Politica

L’opposizione lesiana contro l’assessore Vallini

L’opposizione lesiana contro l’assessore Vallini

La risposta del sindaco Rezzaro non si è fatta attendere

Ultimo aggiornamento: 07 Agosto alle ore 07:00

L’opposizione lesiana ha presentato un’interpellanza per chiedere conto di presunti conflitti di interesse dell’assessore Sergio Vallini.

L’opposizione lesiana chiede lumi su Vallini

Scontro politico a tutto campo durante l’ultimo consiglio comunale di Lesa. I veri punti di attrito tra maggioranza e opposizione sono stati rappresentati dalle interpellanze. Una delle più attese era quella che riguardava l’assessore esterno Sergio Vallini. Nel documento presentato al Consiglio infatti, il gruppo di opposizione Aria nuova è tornato a chiedere al sindaco di esplicitare quali siano gli incarichi e le deleghe dell’assessore e di verificare se non esistano “incompatibilità con il suo ruolo professionale” di “gestione società, ricerca commesse, progettazione impianti elettrici” e altro. In particolare i consiglieri di opposizione hanno chiesto al sindaco una verifica, dal momento che per legge i componenti della giunta competenti in materia di urbanistica, edilizia e lavori pubblici, devono astenersi dallo svolgere attività professionale in queste materie sul territorio comunale.

Il discorso del sindaco

Il sindaco Aloma Rezzaro e tutta la maggioranza si sono stretti a quadrato intorno a Vallini. “Premesso che ripongo la massima fiducia e stima nel nostro assessore esterno – ha risposto il sindaco – abbiamo svolto tutte le opportune verifiche e indagini e non risulta che ci sia alcun elemento di irregolarità nella sua nomina ad assessore. Come sindaco posso non assegnare ai miei assessori delle precise deleghe e intendo continuare su questa strada. Sia la maggioranza che l’assessore Vallini sanno quali sono le conseguenze di eventuali dichiarazioni false e siamo assolutamente convinti che non esistano elementi di incompatibilità. Ad ogni modo invito la minoranza, qualora fosse a conoscenza di elementi che confutino questa nostra convinzione a dichiararli pubblicamente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *