iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
Lavori

Ambulatorio Auser per persone in difficoltà: Borgomanero approva l’ampliamento

Ambulatorio Auser per persone in difficoltà: Borgomanero approva l’ampliamento

La struttura offre un servizio importante per le persone che si trovano in maggiore difficoltà

Ultimo aggiornamento: 23 Novembre alle ore 10:36

Ambulatorio Auser per persone in difficoltà: ecco i lavori promossi dall’Amministrazione nella sede di piazza 25 Aprile.

Ambulatorio Auser: i lavori al via

Sono stati approvati proprio in queste ore i lavori promossi dall’Amministrazione per l’ambulatorio di piazza 25 Aprile. I lavori di ampliamento e miglioramento serviranno a implementare l’efficienza del poliambulatorio che grazie all’Auser serve le persone in maggiore difficoltà.

Ecco come si interverrà

Si realizzeranno parti interne in cartongesso – scrivono dal Comune – per la diversa distribuzione di nuovi spazi. In particolare verrà ampliato l’ambulatorio esistente con la demolizione di pareti in blocchi di cemento cellulare, la modifica della sala d’attesa con la riduzione del ripostiglio, la realizzazione in fondo al salone polifunzionale di una stanza di archiviazione e di un nuovo studio medico. Per quanto riguarda gli impianti verrà adeguato l’impianto elettrico ai nuovi spazi e installato un lavandino nel nuovo studio medico L’intervento prevede altresì la sistemazione dei controsoffitti e l’imbiancatura degli spazi. Per le lavorazioni è previsto un costo totale di 13.786 euro. Questi lavori si aggiungono alle migliorie eseguite sulla copertura nei mesi scorsi”.

La soddisfazione dell’assessore Cerutti

“Il modificarsi del tessuto sociale della popolazione – ha scritto l’assessore alle politiche sociali Franco Cerutti – e la particolare situazione che stiamo vivendo ha sottolineato – hanno portato a riflettere sui nuovi bisogni e sulle possibilità di sviluppo del Poliambulatorio Auser, e rappresenta un punto territoriale strategico nell’ottica dell’implementazione dell’integrazione socio-sanitaria e del welfare di comunità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *