iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara
novara

Un giorno in Senato per i ragazzi dell’Antonelli

Un giorno in Senato per i ragazzi dell’Antonelli

La classe 3 A è risultata tra le vincitrici di un concorso con la proposta di un disegno di legge sulla genitorialità.

Ultimo aggiornamento: 25 Giugno alle ore 12:57

Un giorno in Senato per i ragazzi di 3 A del liceo scientifico “Antonelli” di Novara, risultati vincitori di un concorso bandito proprio dal Senato della Repubblica.

La 3 A per un giorno in Senato

Un gruppo di studenti della classe 3 A del liceo scientifico “Antonelli” di Novara ha partecipato al concorso bandito dal Senato della Repubblica Italiana, denominato: “Un giorno in Senato”, 2018-19, risultando tra i cinque progetti vincitori. Studenti e studentesse sono partiti dall’esame delle principali problematiche della nostra società e hanno individuato una criticità nella progressiva diminuzione delle nascite. Dopo aver svolto un’indagine tra i compagni del Liceo per capire quale interesse potesse riscuotere il loro oggetto di studio, hanno esaminato le norme vigenti sull’argomento e, grazie anche agli input dei professionisti in ambito giuridico che li hanno seguiti in un percorso di approfondimento, hanno proposto un disegno di legge in merito.

La proposta: un disegno di legge a sostegno della genitorialità

Lo scopo è incrementare la disponibilità ad essere genitori, sostenendo di più le madri nei primi anni di vita del neonato e garantendo parità di condizioni al ritorno nell’ambito lavorativo. A tale scopo è stato introdotto un congedo di paternità di ugual durata a quello materno per garantire ad entrambi i genitori la possibilità di seguire i figli nel primo anno di vita. A ciò si affianca la richiesta di istituire di asili aziendali o strutture convenzionate e la possibilità di usurfruire di prestiti a tasso zero nel momento in cui si dà vita ad una famiglia. Su di un altro fronte il progetto di legge si muove per incentivare l’assunzione di giovani genitori, proponendo una detassazione per le aziende disposte ad incrementare i lavoratori-genitori.

Gli studenti Bassanini Rebecca, Bergamaschi Carlotta, Crippa Gabriele, Iacometti Francesco, Lorusso Giulia, Mattone Federico , Murali Ramya, Proverbio Bianca, Puricelli Anna, Stellitano Miriam, Tomasoni Marika, Trovati Veronica, Zamponi Sofia rivolgono un ringraziamento particolare alle professoresse Margadonna, Petrocelli e Baracco, agli avvocati della Camera Penale di Novara Brustia e Ruggerone e al segretario generale del Comune e della Provincia di Novara Giacomo Rossi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *