iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
cnvv

“Pmi Day 2019”: risultato record

“Pmi Day 2019”: risultato record

Oltre 800 studenti hanno visitato 25 aziende nelle province di Novara e Vercelli.

Ultimo aggiornamento: 21 Novembre alle ore 12:30

Risultato record per la giornata delle piccole e medie imprese: il “Pmi Day” 2019,  il primo dalla nascita di Confindustria Novara Vercelli Valsesia ha fatto registrare la presenza di oltre 800 studenti.

“Pmi Day”, oltre 800 studenti hanno visitato 25 aziende

«Quest’anno grazie alla sinergia tra Novara e Vercelli abbiamo raggiunto un risultato da record: oltre 800 studenti di dieci scuole secondarie di secondo grado delle due province, accompagnati da una quarantina di insegnanti, hanno visitato 25 aziende del territorio. I feedback sono stati molto positivi e siamo orgogliosi di aver dato il nostro contributo nel mostrare la vivacità delle nostre piccole imprese e la loro capacità di valorizzare il lavoro dei propri collaboratori. Ringrazio sinceramente tutte le aziende che, con grande senso di responsabilità sociale, hanno aderito all’iniziativa e le scuole coinvolte, per l’interesse che hanno dimostrato». Con queste parole il presidente del Comitato Piccola Industria d iConfindustria Novara Vercelli Valsesia (Cnvv), Giorgio Baldini, commenta l’esito della decima edizione del “Pmi Day”, la giornata delle piccole e medie imprese promossa a livello nazionale dalla Piccola Industria di Confindustria, svoltasi venerdì 15 novembre. «Si è trattato – aggiunge Baldini – di un’occasione importante per far conoscere le realtà aziendali, con tutte le complessità, gli stimoli e le opportunità che le caratterizzano, e per far comprendere in modo diretto che cosa intendiamo quando diciamo che il mondo delle Pmi è la “spina dorsale” dell’economia del nostro Paese e del nostro territorio».

Le aziende visitate

Gli alunni che hanno partecipato all’iniziativa provengono, per la provincia di Novara, dagli istituti “Bellini”, “Bonfantini”, “Fauser”, “Omar” e “Nervi” di Novara e dal “Leonardo da Vinci” di Borgomanero, mentre per la provincia di Vercelli sono stati coinvolti gli istituti “Lombardi” e “Ferraris” di Vercelli e gli istituti “Lirelli” e “Magni” di Borgosesia. Le aziende (sei del comparto rubinetteria-valvolame, cinque metalmeccaniche, tre tessili, due del settore chimico-farmaceutico, due dei servizi alle imprese, due alimentari, due agricole, grazie alla collaborazione con Confagricoltura, e una, rispettivamente, per i comparti edile, logistica-trasporti e sanità) che hanno organizzato le visite sono: in provincia di Novara, Arlunno Carlo (Ghemme), Azienda Ospedaliero-Universitaria Maggiore della Carità (Novara), Brandoni (Romagnano Sesia), Cavanna (Prato Sesia), Dbm (Varallo Pombia), Donetti (Romagnano Sesia), Ebano (Novara), F.lli Francoli (Ghemme), Fandis (Borgo Ticino), Geo4map (Novara), Gottifredi Maffioli (Novara), Ivr (Boca), Massara Christian (Carpignano Sesia), Moveco (Grignasco), Olivari (Borgomanero), PpgUniver(Cavallirio), Procos (Cameri), Trasgo (San Pietro Mosezzo), Zamasport (Novara) e Za.Ve.Ro (Romagnano Sesia); in provincia di Vercelli, Gessi (Serravalle Sesia), Newform (Serravalle Sesia), Maglificio Franca (Palazzolo Vercellese), S.P. (Stroppiana) e Tosi F.lli (Varallo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *