iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
università del piemonte orientale

L’Upo inaugura il 22° anno accademico

L’Upo inaugura il 22° anno accademico

La cerimonia si svolgerà al Teatro Civico di Vercelli il 5 dicembre; ospite d’onore il rettore dell’Università di Brescia Maurizio Tira.

Ultimo aggiornamento: 29 Novembre alle ore 08:00

L’Università del Piemonte Orientale si prepara a inaugurare il ventiduesimo anno dalla fondazione: la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2019-2020 si svolgerà giovedì 5 dicembre e come da tradizione sarà ospitata dal Teatro Civico di Vercelli.

Il rettore Avanzi traccia il bilancio del suo primo anno

L’evento sarà aperto alle 10.30 dal magnifico rettore professor Gian Carlo Avanzi, il cui intervento farà un bilancio dell’anno accademico appena concluso, il suo primo da rettore, e traccerà le linee guida per il nuovo. Al suo intervento faranno seguito le relazioni del rirettore generale Andrea Turolla e di Amanda Luisa Guida, laureata in Filosofia e Comunicazione, studentessa magistrale in Filosofia e rappresentante degli studenti in Senato Accademico (oltre che collaboratrice del Corriere di Novara).
Il programma prevede quindi la sottoscrizione della Convenzione quadro tra Università e l’Azienda Ospedaliera di Alessandria SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo per il sostegno e lo sviluppo delle attività didattiche, di ricerca scientifica e assistenziali della Scuola di Medicina; la convenzione, che durerà cinque anni e sarà seguita da un Accordo attuativo, sarà firmata dal eettore e da  Giacomo Centini, direttore generale dell’Azienda ospedaliera.

Sostenibilità, una borraccia a ogni studente Upo

Il tema della sostenibilità, già molto caro al rettore fin dall’inizio del suo mandato, sarà messo al centro della cerimonia con la prolusione ufficiale, affidata al professor Maurizio Tira, magnifico rettore dell’Università degli Studi di Brescia, dove è ordinario di Tecnica Urbanistica, che terrà un intervento su “Sostenere lo sviluppo sostenibile per un governo durevole del territorio”.
Ben s’inquadra nell’argomento l’iniziativa di dotare gli studenti dell’Upo di una borraccia, grazie all’intervento del Comitato dei Club Service Novaresi. Il primo lotto sarà distribuito nelle prossime settimane e sul palco del Civico, simbolicamente, sarà consegnata la prima borraccia a uno studente appena immatricolato.

Premiazioni dei migliori laureati

La seconda parte della cerimonia sarà come di consueto dedicata alle premiazioni dei migliori laureati dell’Ateneo. Oltre ai premi istituzionali per i migliori laureati triennali e magistrali dell’anno accademico 2017/2018, verranno consegnati anche alcuni premi speciali: il IX Premio “Malinverni”, dedicato alla memoria dell’ufficiale medico novarese Francesco Malinverni e consegnato a un laureato in Medicina e Chirurgia dell’anno accademico 2018/2019, che si sia particolarmente distinto nelle discipline internistiche; il IX Premio “Dellacasa”, dedicato alla memoria del professor Giuseppe Dellacasa, docente di Fisica sperimentale al DISIT fino al 2010, anno della sua scomparsa, e consegnato al laureato autore della migliore tesi di laurea magistrale in campo di ricerca sperimentale dell’anno accademico 2017/2018.
Quest’anno sono stati istituiti altri due premi speciali; uno è il Premio “La Rocca”, istituito da Federmanager Vercelli e dedicato alla memoria del dott. Michele La Rocca, per molti anni figura di spicco all’interno dell’associazione vercellese; il riconoscimento andrà al miglior laureato in Giurisprudenza dell’anno accademico 2017/2018.
L’altro è il Premio “Coppa”, istituito da Soluzioni EDP Srl, dedicato alla memoria di Gabriele Coppa, alumnus dell’Upo, consulente informatico dell’azienda, scomparso prematuramente all’età di 33 anni; il riconoscimento andrà al miglior laureato in Informatica dell’anno accademico 2017/2018.
La colonna sonora della cerimonia sarà anche quest’anno affidata al Coro e all’Orchestra dell’Università, diretti rispettivamente dai maestri Andrea Mogni ed Emanuele Fresia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *