iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara
università piemonte orientale

Graduation Day, presenze da record

Oltre 1.200 i laureati che questa mattina in piazza Martiri hanno lanciato il tocco.

Ultimo aggiornamento: 08 Giugno alle ore 12:19

Edizione da record per il Graduation Day dell’Upo: questa mattina in piazza oltre 1.200 laureati che hanno concluso la cerimonia con l’attesissimo e spettacolare lancio del tocco.

Graduation day: un’edizione da record

1.204 laureati dell’Università del Piemonte Orientale per il sesto Graduation Day, questa mattina a Novara. Il numero più alto finora registrato,  ben il 20% in più rispetto alla precedente edizione, che ha fatto segnare il record di presenze con un corteo che, sommando i laureati e i loro accompagnatori, i docenti Upo, il coro e l’orchestra e lo staff amministrativo, ha superato quota 4.500 persone.

Corteo per le vie della città

Laureati triennali e magistrali si sono ritrovati presso il Complesso Universitario “Perrone” per sbrigare le formalità burocratiche relative alla pergamena di laurea e per ricevere il “tocco”, il caratteristico cappellino simbolo della conclusione del percorso accademico.  Quindi, il lunghissimo corteo ha sfilato lungo le vie del centro cittadino (dal Campus Perrone lungo via Passalacqua, via Perrone, corso Mazzini, via Fratelli Rosselli fino a “invadere” piazza Martiri) accompagnato dalla Banda dell’Università del Piemonte Orientale.

L’annuncio del rettore: “Via la plastica monouso dall’Università del Piemonte orientale entro breve tempo”

Il discorso motivazionale ai laureati

In piazza Martiri l’intervento del rettore dell’Università del Piemonte Orientale, professor Gian Carlo Avanzi, al suo primo Graduation Day, ha introdotto  il cosiddetto “Inspirational Speech”, il discorso motivazionale ai laureati tenuto dall’imprenditrice novarese Anna Ida Russo.

Il rettore ha invitato i ragazzi ad essere “baluardo contro la barbarie dell’ignoranza e della superficialità“, ad “usare sempre la forza e la calma della ragione” e a non lasciarsi “risucchiare nei vortici delle ideologie. Usate la testa e il cuore, non la pancia”.

La svolta “green” dell’Upo

Avanzi ha anche annunciato la svolta “green” dell’Upo, che a breve metterà al bando tutta la plastica monouso: “La sostenibilità – ha detto – è un fatto di giustizia tra generazioni”.

Anna Ida Russo ha invece esortato i ragazzi a porsi degli obiettivi ma anche “a vivere con entusiasmo il viaggio per raggiungerli”, mentre il sindaco di Novara Alessandro Canelli ha salutato la piazza gremita di studenti: “Non c’è niente di più bello per un sindaco vedere la propria città che, di anno in anno, si riempie sempre di più di menti brillanti”. Novara, ha detto Canelli, ” deve diventare una città a misura di universitari e i progetti non mancano, ma dobbiamo essere aiutati: la Città della salute aspetta da tanti anni e ora ha bisogno di essere sbloccata. E’ una struttura sanitaria e di ricerca, mica una centrale nucleare…”. Infine, un pensiero ad Ahmadreza Djalali, ricercatore Upo condannato a morte e incarcerato in Iran, a cui Novara – su proposta dell’Ordine dei medici – concederà la cittadinanza onoraria.

La cerimonia si è quindi conclusa con il tradizionale lancio del tocco, uno dei momenti più attesi dai laureati. La colonna sonora era affidata al Coro e all’Orchestra dell’Università del Piemonte Orientale che, in formazione “Upo Wind Ensemble”, hanno accompagnato il corteo e la cerimonia.

Il sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, quello di Vercelli, Maura Forte, il prefetto Rita Piermatti, il primo cittadino novarese Alessandro Canelli e il rettore Gian Carlo Avanzi

Al Graduation Day anche Upo Alumni, l’associazione dei laureati

Durante il Graduation Day era presente all’interno del Campus lo stand di Upo Alumni, l’Associazione dei laureati del Piemonte Orientale nata nel settembre del 2018 e rivolta a chi abbia conseguito un titolo presso l’Upo (lauree, master, corsi di specializzazione) o che abbia prestato servizio come docente. Upo Alumni vuole creare una rete di contatti professionali utile ai laureati e all’Università stessa, oltre a fornire benefit dedicati e un accesso agevolato ai corsi post-laurea erogati dall’Upo.

l.c.