iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
qualche idea per il matrimonio

Centrotavola matrimonio: come trovare quello perfetto

Centrotavola matrimonio: come trovare quello perfetto

Il centrotavola, come dice la parola stessa, sarà ubicato per tutto il corso della giornata in mezzo agli invitati e sarà, per questo, sotto gli occhi di tutti.

Ultimo aggiornamento: 02 Dicembre alle ore 09:53

 È per questo motivo che non si deve assolutamente sottovalutare la scelta dei centrotavola. Essi non dovrebbero solo essere belli, ma elementi che completano il carattere della sala, mostrare i tratti più caratteristici del tema ed essere magari originali. Le possibilità sono pressoché infinite, ma per una giusta scelta ci sono delle regole che vanno rispettate. 

Regole di buongusto per i centrotavola

Per capire che tipo di centrotavola matrimonio adottare anche in base al budget che si ha a disposizione per gli stessi, è importante sapere più o meno quanti invitati ci saranno. In base a questo, consultando il proprietario della location o il catering (se presente) si potrà conoscere il numero di invitati per ogni tavolo. Questo servirà a sapere già approssimativamente di quanti centrotavola parliamo e quindi quanto si può spendere per ognuno di essi.

Il centro tavola dovrà essere proporzionato al tavolo per le dimensioni e rispecchiarne la forma. Se ci sono molte persone sedute a quella tavola e lo spazio si calcola non sarà poi molto, bisognerà stare sulla misura minima. Se invece, al contrario, ve ne sarà poca, allora si può riempire lo spazio con qualcosa di più. È chiaro comunque che si fa una valutazione generale: i centrotavola dovranno essere se non uguali, simili.

Il buongusto vieta che i centritavola siano troppo alti poiché i commensali quando si parlano devono poter guardarsi in faccia. La praticità e il gusto estetico, quindi, dovranno rispettare l’altezza di visione dei commensali. Quando si scelgono i centrotavola è importante immaginarli nell’insieme, pensando alla messa a tavola generale: i tovaglioli, le tovaglie ed eventualmente i segnaposto. Tutto deve essere in armonia e in perfetto abbinamento. 

Centrotavola matrimonio: qualche idea 

Anche se i centrotavola nella maggior parte dei casi sono composizioni di fiori, non è detto che essi non possano avere qualche dettaglio particolare o distinguersi. Certo i fiori sono sicuramente qualcosa che fa la sua bella figura e che permette di scegliere fra una moltitudine di colori. 

Oggi come oggi, comunque, anche per motivi di sostenibilità c’è chi sceglie di non adottare i fiori. Ecco quindi che sulle tavole di matrimonio sono comparsi originalissimi centrotavola senza fiori. Un’idea per esempio è quella di mettere delle candele in vasi di vetro, impreziosendolo con pietre ed elementi naturali come rametti e pigne. Le candele è chiaro si prestano a matrimoni soprattutto serali. Se il tema è marino si potranno altrimenti portare a tavola conchiglie, pezzi di rete da pesca e simili. Altre idee senza fiori? Centrotavola porta dolcetti, lanterne, rami di foglie, gabbie, frutta, piume, specchi, sassi e chi più ne ha più ne metta.

Ad incidere sulla composizione del centro tavola sarà comunque anche il periodo. In base alla stagione si potranno adottare dettagli naturali tipici della stagione: le castagne e i ricci in autunno, la frutta in estate, il muschio, le pigne e i cristalli in inverno. I centritavola, se presente un tema al matrimonio, potranno riprendere il tema, anche se non è sempre cosa strettamente necessaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *