iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
Cusio - Cultura

Ultimo appuntamento con Triangolazioni di pensiero nel Cusio

Ultimo appuntamento con Triangolazioni di pensiero nel Cusio

Si conclude venerdì 24 la rassegna "Triangolazioni di pensiero".

Ultimo aggiornamento: 22 Maggio alle ore 09:33

Ultimo appuntamento con la stagione collaterale di “Vado a teatro!” “Triangolazioni di pensiero a San Maurizio d’Opaglio.

Il film “Choose love” chiude la rassegna teatrale del Cusio

E’ con il nono appuntamento per «Triangolazioni di pensiero», la rassegna di eventi collaterali della stagione «Vado a teatro! 2018-19», previsto per venerdì 24 maggio alle 21, al Teatro degli Scalpellini, che si concluderà la stagione 2018/2019 della rassegna che ormai da diversi anni anima le sponde del Cusio. Per l’occasione, e per i 50 anni delle comunità «Ananda», verrà proiettato il film «Choose love».

“Choose love”, il percorso che ognuno di noi dovrebbe fare:

«”Choose Love racconta il percorso che ognuno di noi dovrebbe fare scegliendo ogni giorno, in ogni istante, un atteggiamento nei confronti del prossimo e della vita. Un percorso di apertura, di perdono, di amore. Sono le uniche scelte che ci permettono una vita serena, sana e in grado di creare un modello di società diverso”: così il regista Thomas Torelli sintetizza le ragioni che lo hanno spinto a lavorare su questo nuovo documentario e il messaggio che vuole mandare, anzi, di cui c’è un gran bisogno oggi. E lo fa – spiegano gli organizzatori – con due solidissimi successi alle spalle (“Un altro mondo” e “Food ReLOVution”), che lo hanno proiettato tra quegli autori e registi che hanno dimostrato di avere le idee molto chiare su quali sono oggi le cose veramente importanti e su questo è indispensabile mettere il proprio».
«Nel mio film “Un altro mondo” , il viaggio che si è tentato di fare è stato quello di portare alla luce i legami nascosti tra le cose e l’importanza di un atteggiamento spirituale in grado di generare consapevolezza e cambiamento – prosegue Torelli – questo nuovo film ne è la diretta conseguenza, o se vogliamo il passo successivo. Questo viaggio sarà affrontato da diversi punti di vista: dal punto di vista antropologico, filosofico, spirituale e medico. Quello medico lo affidiamo per esempio a Deepak Chopra nella frase “Smettila di avere ragione”. Affermazione semplice e geniale che nel film viene spiegata. Se la gente smettesse di avere ragione, non ci sarebbe più bisogno di discutere, di combattere. Sarebbe una vita all’insegna della felicità e, perché no, anche del benessere. A tal proposito, è stato importante il contributo dello scienziato Bruce Lipton, scopritore dell’epigenetica, riguardo la possibilità che il pensiero e le emozioni possano modi care i geni umani, e quindi il Dna».

Il cast del film e qualche info utile:

Con la partecipazione di: Deepak Chopra, Scarlett Lewis, Bruce H. Lipton, Yolande Mukagasana, Claudio Pagliara, Bill e Nina Webb, Phil Walleystack, Everett L. Worthington Jr., Daniel Lumera, Ivan Nossa, Sister Rosemary Nyirumbe Joe Vitale. L’ingresso della serata è fissato in 8 euro, e tutto l’incasso sarà devoluto al progetto comunitario di Ananda Assisi, a Nocera Umbra. Per informazioni: 339 3117032, anna@teatrodelleselve.it.

Triangolazioni di pensiero: cos’è

«”Triangolazioni di pensiero” – spiegano gli organizzatori – è una rassegna che fa interagire tre spazi a diversa vocazione posti sulla riviera occidentale del lago d’Orta, e intende sperimentare nuovi punti di vista a partire dalla cultura e dalla letteratura, alla ricerca di inediti accostamenti di pensieri e di pratiche artistiche. Un Teatro, un Museo e un Hotel giocano a triangolarsi incontri, ospiti, temi, linguaggi, nel tentativo di cogliere e interpretare un auspicabile spirito di confronto e di incontro, e di sperimentare una diversa abitabilità degli spazi e dei luoghi». La stagione “Vado a Teatro!/Teatro degli Scalpellini” e “il Museo del Rubinetto”, a San Maurizio d’Opaglio, insieme all’hotel Casa Fantini Lake Time a Pella, sono le sedi che hanno ospitato i 9 incontri della rassegna che si conclude venerdì e che è iniziata l’8 febbraio. Ideazione e organizzazione sono state curate da: Franco Acquaviva, Andrea Del Duca e Emanuela Valeri.