iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
Il caso

Transumanza annullata: la festa a Nebbiuno non si farà

Transumanza annullata: la festa a Nebbiuno non si farà

Il Comune spiega le ragioni della decisione

Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre alle ore 11:27

Transumanza annullata: la classica festa di Nebbiuno non sarà effettuata quest’anno.

Transumanza annullata a Nebbiuno

Quest’anno la Transumanza a Nebbiuno non si farà. Una notizia arrivata dall’Amministrazione comunale con un certo dispiacere perché si trattava della maggiore manifestazione del paese e di un evento che raccontava la storia e le tradizioni del territorio. Quella di quest’anno sarebbe stata la quattordicesima edizione. Se gli scorsi anni l’Amministrazione comunale era riuscita a gestire la Transumanza e a porsi come capofila nella sua organizzazione, questa volta ciò non è stato possibile. Il motivo principale consiste nel fatto che le leggi in relazione all’organizzazione di questo tipo di eventi sono diventate sempre più rigide, sia per quanto riguarda la sicurezza che in relazione agli adempimenti richiesti per progettare le feste. Il Comune non poteva quindi porsi come primo promotore dell’evento.

La spiegazione dell’Amministrazione

Subito si è cercata una soluzione alternativa, chiedendo aiuto alle varie associazioni del territorio. Se una di esse si fosse posta come capofila della manifestazione il Comune avrebbe offerto tutto il supporto necessario. “Abbiamo coinvolto le associazioni del territorio spiegando che non era più possibile organizzare la Transumanza come gli scorsi anni – ha spiegato Elis Piaterra, sindaco di Nebbiuno – bisognava dare un’impostazione diversa all’evento. Nelle precedenti edizioni le associazioni avevano collaborato ma quest’anno si trattava di trovare qualcuno che si ponesse come capofila. Dalle associazioni è arrivata una risposta negativa perché ritengono sia un evento che il loro statuto non prevede, in alcuni casi non ci hanno nemmeno dato risposta”.  Il dispiacere dell’Amministrazione per la mancata edizione del 2019 consiste nel fatto che la Transumanza era l’unica manifestazione localizzata in paese. Se le altre iniziative promosse dalle varie associazioni nel corso dell’anno coinvolgono solo le varie frazioni, la Transumanza rappresentava Nebbiuno nella sua integrità. Si trattava inoltre di una manifestazione che aveva buone ricadute sul territorio, a favore delle diverse realtà. “Abbiamo provato in tutti i modi a portare a termine l’organizzazione di questo evento – ha spiegato Massimiliano Gioia, consigliere comunale– purtroppo non c’è stata la collaborazione che ci aspettavamo. La Transumanza portava a Nebbiuno tantissime persone. Inoltre si trattava di un evento che parlava della storia del nostro territorio, delle sue tradizioni, del suo passato, della sua identità”.

Già si pensa al prossimo anno

Quest’anno la festa non si farà ma già si pensa alla sua progettazione per i 2020. Il desiderio infatti è quello di non porre fine ad una manifestazione tanto apprezzata e di continuare a conservarla e a promuoverla su tutto il territorio. L’idea è quella di dare vita ad un comitato che si occupi dell’evento così da poter risolvere il problema verificatosi quest’anno. I prossimi eventi in programma a Nebbiuno vedranno una sola e unica protagonista: la castagna. Dopo la Castagnata a Fosseno del 13 ottobre, il 20 sarà la volta di quella a Nebbiuno, organizzata dalle scuole elementari e dal micronido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *