iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara
tradizione

Macugnaga, 33° fiera di San Bernardo

Macugnaga, 33° fiera di San Bernardo

Al via un weekend ricco di eventi ai piedi del Rosa.

Ultimo aggiornamento: 05 Luglio alle ore 18:05

Nata nel 1987 per ricordare e riprendere la tradizione di una fiera che si svolgeva a Macugnaga già in epoca medioevale, la manifestazione è giunta alla 33° edizione.

Fiera di San Bernardo, il valore delle minoranze

La fiera di San Bernardo avrà quest’anno come tema “Homines dicti walser 1319-2019 – Le minoranze come valore universale riconosciuto dall’Unesco“. La manifestazione estiva più importante della cittadina ai piedi del Rosa richiama migliaia di presenze con servizio di bus navetta. Già oggi pomeriggio si è aperto il XIX° Concorso di Scultura su tronchi di legno e che durerà fino a domenica. Alla Kongresshaus, apertura della mostra dei ricami “punto croce” curata dal designer Renato Parolin, aperta fino a domenica. Domani mattina alle  9.30 esposizione dell’artiginato alpino e prodotti tipici con le tradizionali  bancarelle. Alle 15 inaugurazione ufficiale dalle autorità della 33° Fiera di San Bernardo. Alle 16,30 al Museo della Montagna e del Contrabbando, inaugurazione della mostra “Opus Montanum”, e  “Bambini al Dorf” laboratorio di panificazione con la farina di segale e letture di fiabe walser. Ore 17.30 in piazza Municipio, premiazione del IV° Concorso Letterario Internazionale “Macugnaga e il Monte Rosa – Montagna del Popolo Walser” dedicato alla memoria di Luigi Zanzi. Alle ore 19.30 al ristorante Dufour, brindisi di saluto cui farà seguito alle ore 20.30 al Kongresshaus la cerimonia di conferimento dell’Insegna di San Bernardo. Seguirà il concerto per pianoforte della pianista Serena Costa con musiche di Robert Schumann; alle 22 al  Dorf, esibizione del gruppo rock Faboulous Fifties.

Non solo fiera, domenica la processione delle reliquie

Domenica la messa officiata da monsignor Fausto Cossalter, vicario generale della Diocesi di Novara e solenne processione con le reliquie di San Bernardo con gruppi walser in costume. Benedizione degli attrezzi da montagna, incanto delle offerte sotto il “Vecchio Tiglio” e distribuzione del pane nero al Forno del Dorf. La conclusione al pomeriggio con la premiazione degli scultori e degli espositori.

Eraldo Guglielmetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *