iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara
tecnologia e ambiente

Lago Maggiore, il traghetto si trasforma in ibrido

Lago Maggiore, il traghetto si trasforma in ibrido

Il trasporto sostenibile non si limita alle imbarcazioni di nuova costruzione.

Ultimo aggiornamento: 09 Giugno alle ore 08:00

La conversione del traghetto San Cristoforo (nella foto), costruito nel 1965, prevede l’installazione di un sistema elettrico propulsivo a batterie che consentirà alla motonave di operare in modalità ibride e a zero emissioni.

Lago Maggiore, trasporto sempre più sostenibile

Il trasporto sostenibile non si limita alle imbarcazioni di nuova costruzione. Verrà infatti convertito alla propulsione ibrida il San Cristoforo, una motonave da 386 tonnellate operante sul Lago Maggiore, in modo da incrementarne l’efficienza energetica e ridurne al contempo le emissioni. Il traghetto, di proprietà di Gestione Governativa dei Servizi Pubblici di Navigazione sui laghi Maggiore, Garda e Como, trasporta fino a 450 passeggeri e 27 veicoli. A seguito della conversione, i passeggeri della San Cristoforo beneficeranno di una navigazione più confortevole grazie alla riduzione di rumore, vibrazioni e fumi di scarico. L’opera di ammodernamento utilizza le soluzioni di propulsione ABB, leader tecnologico per le industrie digitali.

Lago Maggiore, l’ibrido nel rispetto dell’ambiente

«Questo ammodernamento permetterà alla San Cristoforo di operare ancor più nel rispetto dell’ambiente. Siamo felici di lavorare con ABB, considerata l’esperienza del Gruppo nel progettare, sviluppare e implementare soluzioni propulsive ibride», dichiara Alessandro Acquafredda, direttore Generale Gestione Navigazione Laghi. Il progetto di retrofit segna il debutto della soluzione Onboard Microgrid di ABB, una piattaforma compatta in corrente continua destinata a piccoli natanti che ha lo scopo di ottimizzare l’efficienza propulsiva e ridurre i consumi, grazie ad una gestione controllata della potenza disponibile. «Il progetto San Cristoforo rappresenta una pietra miliare per ABB nella modernizzazione di navi di qualunque tipo e dimensione, migliorandone l’efficienza energetica grazie ai benefici della propulsione ibrida», spiega Jyri Jusslin, Head of Global Service, ABB Marine & Ports.