iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara

Guida turistico emozionale di Arona: arriva la versione in inglese

Guida turistico emozionale di Arona: arriva la versione in inglese

Sarà realizzata da Enaip e finanziata dal Comune.

Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio alle ore 08:00

Guida turistico emozionale in inglese e da martedì anche uno sportello informativo gestito dai ragazzi.

Guida turistico emozionale: la novità

Dopo il successo dello scorso anno la guida turistico emozionale di Arona, realizzata dagli studenti del settore turistico di EnAIP Arona, avrà anche una versione in inglese. Questo grazie all’interessamento del sindaco Alberto Gusmeroli e dell’assessore comunale all’istruzione e cultura Chiara Autunno. Lo scorso anno, infatti, l’iniziativa era piaciuta molto all’amministrazione comunale, che aveva promesso alla scuola di finanziare un ulteriore sviluppo del progetto, ovvero la traduzione della guida in lingua inglese, al fine di utilizzarla con i molti turisti stranieri in visita sul Lago Maggiore.

Studenti e docenti al lavoro

«Oggi il contributo è stato approvato- spiega la direttrice di EnAIP Luisa Bagna- e per noi è motivo di grande orgoglio. Gli studenti si metteranno subito al lavoro per tradurre, insieme alle loro docenti di inglese Simona Fiocchi e Cristina Miglio, tutti i testi della guida. Successivamente si procederà all’impaginazione e alla stampa. L’obiettivo è quello di avere pronta la guida per la prossima stagione estiva».

Anche uno sportello informativo

Ma non è tutto. I ragazzi sono stati coinvolti dal comune in un’altra attività interessante per utilizzare la loro guida della città. A partire da martedì 22 gennaio 2019 e per tutti i martedì mattina di gennaio, febbraio e marzo gli allievi del turistico saranno presenti nel centro di Arona, con un desk, per dare notizie culturali, artistiche, culinarie del territorio ai visitatori. Faranno conoscere la guida emozionale proponendo itinerari turistici alternativi e accompagnando le persone che vorranno conoscere la città dal loro punto di vista, quello dei giovani che la vivono e la rendono viva. Lo spazio è messo a disposizione dal Comune e il desk si trova in Corso Repubblica 66. Prima appuntamento, martedì 22 gennaio, dalle 9 alle 11.