INIZIATIVA L'album delle figurine storiche

Ubriaco rompe a testate vetrina del bar. Poi assale i poliziotti

Ubriaco rompe a testate vetrina del bar. Poi assale i poliziotti

Gli agenti hanno faticato a calmare un energumeno alto quasi due metri: alla fine lo hanno condotto in Questura. E' accaduto nel Vercellese.

Ultimo aggiornamento: 03 Maggio alle ore 07:38

Ubriaco rompe a testate vetrina del bar. Poi assale i poliziotti che cercavano di calmarlo: ma non è facile, perché si tratta di un gigante alto quasi due metri. Lo riportano i colleghi di notiziaoggi.it

Ubriaco rompe a testate vetrina del bar

Erano le 2 di sabato quando due equipaggi polizia di Vercelli sono intervenuti a Borgo Vercelli, doveera stato segnalato un uomo che con atteggiamenti violenti stava infastidendo alcuni avventori di un noto bar del luogo e che, con una testata, ne aveva infranto la vetrata. Gli agenti si trovavano di fronte un uomo alto circa 2 metri e dalla corporatura decisamene robusta, senza scarpe, che in mezzo alla strada inveiva in direzione di alcune persone che nel frattempo si erano rifugiate all’interno del bar.

Si prova a calmare l’esagitato

L’uomo, in evidente stato di ebbrezza alcolica, veniva invitato dagli agenti a calmarsi, ma per tutta risposta si scagliava contro di loro, trascinandone a terra uno; ne scaturiva una colluttazione e solo con enormi difficoltà gli agenti riuscivano a contenere e ad ammanettare l’uomo. A questo punto l’omone resisteva passivamente all’arresto, sdraiandosi al centro della carreggiata e bloccando la circolazione sulla provinciale in entrambi i sensi di marcia, mettendo quindi in pericolo non solo la propria incolumità fisica ma anche quella degli Agenti operanti. Solo dopo venti minuti gli uomini della Volante riuscivano ad accompagnarlo in Questura. L’uomo è stato sanzionato per ubriachezza molesta e anche per blocco stradale.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *