iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
I dati

Sul lago in tre mesi 52 salvataggi coordinati da Lesa

Sul lago in tre mesi 52 salvataggi coordinati da Lesa

La presenza degli uomini della Guardia costiera si è dimostrata importante

Ultimo aggiornamento: 07 Ottobre alle ore 10:39

Sul lago Maggiore nel giro di tre mesi ci sono state 52 operazioni di salvataggio. La Guardia costiera traccia un bilancio dell’attività.

Sul lago Maggiore la presenza della Guardia Costiera è stata fondamentale

La conferenza stampa a conclusione delle attività stagionali del 2° nucleo mezzi navali della Guardia costiera sul lago Maggiore, si è svolta alla sala consiliare di Lesa, nella mattinata di mercoledì. Ad introdurre l’incontro, accogliendo calorosamente i presenti, il vicesindaco Roberto Grignoli. Presente alla riunione, in visita istituzionale alle autorità del territorio, l’Ammiraglio ispettore Nicola Carlone, direttore marittimo della Liguria. “Siamo fieri di questa iniziativa – ha detto Fabrizio Barbieri, sindaco di Meina e presidente dell’Unione Comuni del Vergante – per noi e per la nostra comunità è importante avere la presenza della Guardia costiera, la quale presta una grande opera. Un progetto che coinvolge Castelletto, Dormelletto, Arona, Meina, Lesa, Belgirate. Baveno ci ha confermato la sua prossima adesione e mostra interesse anche la sponda lombarda”.

I numeri della stagione della Guardia costiera

Nel 2019, il servizio operativo è stato attivato nel periodo dal 1° giugno al 30 settembre. Ecco alcuni numeri dell’attività operativa portata avanti nella stagione 2019 dalla Guardia costiera sul lago Maggiore: missioni complessive effettuate 497, missioni di soccorso effettuate o coordinate 27, miglia percorse 3.279, 513 ore di attività, persone soccorse o tratte in salvo o assistite 52, mezzi soccorsi o assistiti 16, controlli ad unità da diporto 680, 100 bollini blu rilasciati, controlli antinquinamento 22.

Un sostegno anche per gli eventi sul territorio

“Ho coordinato un equipaggio di 12 persone che hanno dimostrato la loro professionalità e li ringrazio – ha aggiunto il luogotenente Vincenzo Pavone – tra le nostre attività di vigilanza abbiamo anche assistito ad oltre 30 manifestazioni, sportive e ricreative, svolte sul bacino lacustre nel corso dell’intera stagione estiva e che hanno richiamato un’enorme affluenza di pubblico”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *