iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara

Sparava in strada per intimidire i rivali: arrestato a Castelletto

Sparava in strada per intimidire i rivali: arrestato a Castelletto
Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2018 alle ore 08:00

Sparava in strada per intimidire i rivali: è stato arrestato a Castelletto nella serata di mercoledì 13 giugno.

Sparava in strada, i dettagli

E’ stato arrestato nella serata di mercoledì 13 giugno l’uomo accusato di avere sparato colpi di pistola in strada a scopo intimidatorio. Erminio Carmelo L., classe 1965, pregiudicato residente a Bareggio, è stato fermato dai Carabinieri di Abbiategrasso a Castelletto Ticino, nel Novarese.

I fatti risalgono al pomeriggio di mercoledì. Attorno alle 13, i residenti di via Monte Grappa, nei pressi della corte San Protaso, hanno udito alcuni colpi di arma da fuoco e hanno chiamato le forze dell’ordine. La strada è rimasta chiusa per circa due ore al fine di effettuare i rilievi. Sono stati anche sentiti alcuni cittadini, che però non hanno fornito elementi utili. Elementi che sono arrivati invece dalle telecamere della zona.

In serata, il fermo. Al momento dell’arresto, il 53enne aveva con sé una pistola calibro 22, con cinque cartucce e il colpo in canna. L’arma era stata rubata Lecco nel 1989. Poi dalla perquisizione a casa sua e nella sua auto è stata trovata un’altra pistola, calibro 21, con dieci cartucce, che era stata rubata nel 2016, e con cui avrebbe sparato a Bareggio. L’uomo possedeva inoltre altri 30 cartucce di diverso calibro e nascondeva nella sua abitazione anche cocaina, marijuana e hashish. Da quanto emerso dalle indagini, l’uomo avrebbe esploso i colpi di pistola come indimidazione verso alcuni pregiudicati che vivono in zona e con cui ha, a quanto pare, alcuni conti in sospeso.