iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara
500 gli euro sottratti

Spacciatore chiama carabinieri per difendersi dal cliente infuriato

Spacciatore chiama carabinieri per difendersi dal cliente infuriato

Dopo aver preso i soldi si era negato.

Ultimo aggiornamento: 09 Agosto alle ore 10:27

Spacciatore chiama carabinieri per difendersi dal cliente infuriato. Incredibile episodio accaduto nel Biellese: l’uomo aveva intascato i soldi ma senza fornire la “coca”, e ha contattato la caserma per evitare guai peggiori. Lo raccontando i colleghi di notiziaoggi.it

Spacciatore chiama carabinieri per difendersi dal cliente infuriato

Aveva incassato 500 euro dal cliente con l’impegno di portargli l’equivalente in dosi di cocaina. Ma non si era più fatto trovare. Così il “cliente”, imbufalito, l’altra notte ha raggiunto la casa dello spacciatore e ha cominciato a dare colpi sulla porta di ingresso. Il pusher ha capito che si stava mettendo male e… ha chiamato i carabinieri. Il singolare episodio è accaduto l’altra notte alle porte di Biella, a Occhieppo Inferiore. Pusher e cliente sono entrambi di origini nordafricane, l’uno 34enne e l’altro 40enne.

La confessione davanti ai militari

Quando i carabinieri sono arrivati, lo spacciatore ha subito raccontato del problema dei 500 euro, in pratica confessando la sua attività di spaccio. I militari hanno perquisito l’abitazione: in realtà, droga non ce n’era (probabilmente era rimasto senza soldi e non aveva potuto rifornirsi a sua volta). C’era però tutto il kit per tagliare e pesare la droga, per cui è scattata la denuncia. L’altro è invece stato segnalto alla Prefettura come assuntore.