iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
Era il maggio del 2018

“Riaprite le indagini per la morte del giovane Manuel Cantisani”

“Riaprite le indagini per la morte del giovane Manuel Cantisani”

Il ragazzo è stato trovato a terra agonizzante fuori dalla discoteca Picasso

Ultimo aggiornamento: 09 Ottobre alle ore 07:28

“Riaprite le indagini per la morte del giovane Manuel Cantisani” E’ questo l’appello del legale della famiglia che si oppone alla richiesta della Procura di archiviare il caso.

Manuel Cantisani

Una serata fra amici finita in tragedia. Era morto così un giovane di 28 anni, Manuel Cantisani, trovato agonizzante fuori da un locale di Vergiate nel maggio del 2018. Stando alle ricostruzioni fatte dagli inquirenti un gruppetto di ragazzi aveva iniziato a litigare a Castelletto per poi spostarsi alla discoteca Picasso dove il diverbio è ripreso e Manuel, nel tentativo di calmare gli animi, è caduto a terra battendo fortemente il capo.

Ora ci sono delle novità

La procura infatti qualche mese fa aveva chiesto l’archiviazione del caso. L’udienza che avrebbe dovuto celebrarsi in questi giorni è invece stata rinviata.
Si torna in aula dunque il 5 novembre, tra meno di un mese, in quanto uno dei due indagati ha nominato un difensore di fiducia poco prima dell’udienza e così il Gip ha concesso un breve termine a difesa.
Si discuterà se archiviare definitivamente il caso o ordinare nuove ed approfondite indagini, di carattere tecnico e scientifico, per riuscire a risalire alla reale causa del decesso del giovane di Cardano al Campo. Proprio in quest’ultima direzione si muove la difesa della famiglia Cantisani, persone offese nel procedimento penale, la quale con l’avvocato Lorenzo Sozio di Gallarate, spingerà per chiedere al giudice di riportare il fascicolo all’attenzione del pubblico ministero affinché si possa indagare su alcuni aspetti che secondo il legale napoletano non sono stati portati alla luce con sufficiente risalto istruttorio e probatorio.

“E’ stato un fulmine a ciel sereno la richiesta di archiviazione del caso per la morte del povero Manuel, per la quale era doverosa l’opposizione all’archiviazione. Ci sono margini investigativi importanti che potrebbero far luce su quanto accaduto quella scellerata notte fuori alla discoteca Picasso, insisteremo per l’accoglimento della nostra opposizione all’archiviazione”, commenta Sozio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *