iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
Cronaca

Respinto dalla ex, le fa esplodere una bomba carta sulla porta

Respinto dalla ex, le fa esplodere una bomba carta sulla porta

Arrestato a Cameri dai carabinieri un 28enne

Ultimo aggiornamento: 26 Novembre alle ore 11:31

L’uomo si era presentata con un martello e un orso di peluche alto un 1,70 m.

Nel pomeriggio di ieri, lunedì 25 novembre , i Carabinieri della Stazione di Cameri, con le accuse di minacce e danneggiamento aggravato nonché di porto e detenzione di esplosivi, hanno tratto in arresto R. A., 28enne, residente a Novara, disoccupato già noto alle forze dell’ordine. L’uomo, che di recente era stato colpito da un “foglio di via obbligatorio” dal Comune di Cameri, nel corso del pomeriggio, a Novara, aveva acquistato un orso in peluche (alto metri 1,70, del valore di 150 euro,) per poi recarsi presso l’abitazione della “ex” portando con sé anche una bomba carta ed un martello di piccole dimensioni. Dopo aver raggiunto il primo piano del condominio di residenza della donna, citofonava, e le faceva presente di volerle regalare il peluche. La donna, che era in casa con il suo nuovo compagno, rifiutava di aprire la porta e, per tutta risposta, il R. A. minacciava di farli saltare in aria e di danneggiare l’autovettura della ex in quel momento posteggiata sotto l’abitazione. Ed effettivamente, ritornato al piano terra del condominio, R. A. posizionava la bomba a forma di “candelotto” nell’androne, in prossimità della finestra dell’abitazione e dell’auto della “ex”. Accesa la miccia, la bomba carta esplodeva provocando una fortissima deflagrazione che scalfiva il pavimento in corrispondenza del punto di scoppio, danneggiava il gruppo ottico dell’automobile della vittima e rompeva i vetri di 2 porte collocate nell’androne di ingresso al condominio. I residui della bomba carta venivano sparsi per un’area di 60 mq circa. L’autore del gesto, che a seguito della deflagrazione riportava un’ustione di primo grado alla mano, veniva arrestato in flagranza di reato da una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Cameri che in quel momento si trovava a breve distanza dal luogo dell’esplosione.

m.d.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *