iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
Il caso

La famiglia dormellettese: “Dopo 6 anni non sappiamo come è morto Antonio”

La famiglia dormellettese: “Dopo 6 anni non sappiamo come è morto Antonio”

l'uomo morì a 42 anni alla guida della sua moto

Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre alle ore 10:08

La famiglia dormellettese di Antonio Trimarchi torna a ricordare l’uomo scomparso in seguito a un incidente e a sensibilizzare sull’importanza delle testimonianze dirette.

La famiglia dormellettese parla dell’incidente 6 anni dopo

Torna a far discutere, a 6 anni di distanza da quel tragico incidente, il caso di Antonio Trimarchi, il geometra dormellettese scomparso a 42 anni il 16 ottobre del 2013. A riaccendere i riflettori sulla vicenda sono i famigliari dell’uomo, che tornano a chiedere chiarezza sulle circostanze della morte di Trimarchi. “Nonostante sia passato tutto questo tempo – spiega infatti la sorella Mary a nome di tutta la famiglia – non sappiamo ancora veramente che cosa sia successo in quel tragico incidente. Vorremmo sensibilizzare in generale tutte le persone che assistono ad incidenti o situazioni pericolose ed esortarli a non nascondersi, perché collaborare per trovare la verità forse può dare un po’ di sollievo, se così si può dire, alle famiglie coinvolte. Uscire allo scoperto e raccontare testimonia senso di umanità e chiarezza, e nella mia famiglia, come in mio fratello, questi principi sono sempre stati fondamentali”.

Un incidente su cui ancora non si sa molto

Né le forze dell’ordine, né l’assicurazione riuscirono mai infatti, ad accertare l’esatta dinamica dell’incidente. Tutto ciò che si sa è che 6 anni fa Trimarchi andò a sbattere con la sua moto contro una vettura in transito sulla statale che porta verso Novara, nel territorio di Pombia. Non sono mai state chiarite però le circostanze della collisione. E la famiglia, conoscendo le ottime capacità di guida di Antonio Trimarchi, non riesce a darsi pace e a trovare una spiegazione. A distanza di tanti anni però, ciò che prevale è la volontà di ricordare un uomo estremamente conosciuto e amato nella sua comunità, soprattutto tra gli Alpini, di cui era un membro storico.

Un uomo conosciuto e molto amato

Trimarchi era un personaggio molto conosciuto a Dormelletto e nei dintorni. “Io e i miei genitori – prosegue la sorella – lo vorremmo ricordare e far ricordare a distanza di 6 anni da quel tragico giorno che ci ha cambiato la vita per sempre. Antonio era una persona solare, unica, un buono e altruista che ci ha lasciato troppo presto, aveva davanti a sé un futuro pieno di nuove esperienze, ma ha sempre portato avanti i suoi valori: l’amore per la sua famiglia, l’altruismo e la collaborazione verso tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *