iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara

Ha dato fuoco a Simona: lavorava a Castelletto Ticino

Ha dato fuoco a Simona: lavorava a Castelletto Ticino

L'uomo ora si difende dal carcere in cui è rinchiuso.

Ultimo aggiornamento: 08 Febbraio alle ore 11:35

Ha dato fuoco a Simona: ecco chi è Mario D’Uonno, lo stalker che faceva la guardia al negozio Mediaworld.

Ha dato fuoco a Simona, era un addetto alla sicurezza al Mediaworld

Con un volto sorridente e l’aspetto curato accoglieva i clienti del negozio Mediaworld di Castelletto Ticino. Nessuno si sarebbe mai aspettato che quella stessa persona potesse essere capace di un gesto tanto violento ed estremo come quello compiuto nei confronti di Simona Rocca.

L’aggressione

E invece proprio Mario D’Uonno ha speronato lunedì 4 febbraio la macchina su cui viaggiava Simona per poi darle fuoco con lei all’interno. La donna, ricoverata in condizioni gravissime al Cto di Torino, è sposata e madre di due bambini e fonti vicino alla famiglia hanno negato con fermezza che i due avessero mai avuto una relazione.

LEGGI ANCHE: “Tentato omicidio: lo stalker non è l’ex di Simona

La linea difensiva

«Volevo solo spaventarla, non avevo intenzione di ucciderla. L’ho vista per caso, ho speronato la sua auto perché ero arrabbiato e volevo chiarimenti. L’incendio è stato un incidente». Più o meno è questa la linea difensiva che Mario D’Uonno e il suo legale oppongono all’accusa di tentato omicidio.

Ricordiamo che D’Uonno, già denunciato 3 volte per stalking da Simona, aveva un bidone di benzina che ha cosparso sull’auto di lei per poi appiccare l’incendio con un accendino e fuggire. Solo dopo ore si è consegnato alla Questura di Novara.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Novara e Provincia Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Novara Oggi – Giornale di Arona: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!