iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara

Adescava ragazzine sui social: arrestato 36enne piemontese

Adescava ragazzine sui social: arrestato 36enne piemontese
Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio 2018 alle ore 14:54

Adescava ragazzine comasche sui social network. Una volta incontrate, previo pagamento, consumava con queste ultime rapporti sessuali.

Adescava ragazzine comasche: 16 episodi con lo stesso modus operandi

Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Como hanno tratto in arresto su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano un uomo, classe 1982, residente in Piemonte. Quest’ultimo infatti dopo otto mesi di indagini è ritenuto gravemente indiziato dei reati di prostituzione minorile e violenza sessuale.

Tutto è iniziato con la denuncia sporta da un minore. Quindi sono seguite le indagini, durate ben otto mesi. In questo periodo i Carabinieri di Como sono venuti a conoscenza di ben 16 episodi in provincia di Como con lo stesso modus operandi.

Malgrado fosse consapevole della minore età dei soggetti con i quali entrava in contatto, il piemontese adescava le ragazzine attraverso social network o tramite passaparola. Proponeva loro di uscire, dietro il compenso fisso di 80 euro. Pagava loro lo shopping e, successivamente, avanzava richieste sessuali con ulteriori offerte di denaro, anche fino ad 800 euro. In alternativa si proponeva di acquistare per loro oggetti come smartphone, macchine fotografiche o trucchi.

I rapporti sessuali venivano quindi consumati in macchina o in camere di albergo pagate dall’indagato, presso i quali si recava celando i minori nel cofano.