iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara
isola di San Giulio

Ventimila euro al Monastero “Mater Ecclesiae”

Ventimila euro al Monastero “Mater Ecclesiae”

Dal Rotary Club Orta San Giulio per il laboratorio di restauro di tessuti antichi.

Ultimo aggiornamento: 11 Luglio alle ore 11:58

Ventimila euro al Monastero “Mater Ecclesiae”http://www.comune.ortasangiulio.no.it/Home/Guida-al-paese?IDPagina=12609 sull’isola di San Giulio. Questa la cifra che è stata stanziata dal Rotary Club Orta San Giulio per il rinnovamento del prestigioso laboratorio di restauro di tessuti antichi del Monastero “Mater Ecclesiae” sull’isola di San Giulio.

Ventimila euro al Monastero “Mater Ecclesiae”

Applicando la regola benedettina “Ora et labora” una settantina di monache alternano momenti di preghiera al lavoro. Alcune di esse sono impegnate all’interno del laboratorio a restaurare  anche con l’utilizzo di particolari macchinari, paramenti sacri, arazzi e tessuti di grande valore storico ed artistico. Tra i lavori in corso il restauro dei paramenti indossati da San Giovanni Bosco. La consegna del contributo alla Madre Badessa Maria Grazia Girolimetto è avvenuto al termine della visita che i soci del club guidato da Engarda Giordani hanno fatto al laboratorio diretto da Suor Lucia che assieme ad altre sette monache tra cui la compianta Madre Anna Maria Canopi fondò 35 anni fa il Monastero.

Rotary Club Orta San Giulio: passaggio delle consegne

Lasciata l’isola i soci rotariani si sono ritrovati per l’ultimo incontro conviviale dell’annata 2018/2019  culminata con il passaggio delle consegne da Engarda Giordani, la cui presidenza è stata caratterizzata da moltissime iniziative non solo a carattere benefico ma anche con l’obiettivo di valorizzare e far conoscere il territorio cusiano in occasione degli 800 anni della Riviera d’Orta, a Stefano Uglietti, presidente designato per l’annata sociale 2019/2020. Nella foto, l’incontro dei soci del Rotary Orta San Giulio con Madre Maria Grazia Girolimetto.

Carlo Panizza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *