iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara
a novara

Tiburon, gettato dalle scale, lotta per la vita

Tiburon, gettato dalle scale, lotta per la vita

Avviata una raccolta fondi per aiutare a sostenere le spese veterinarie e di riabilitazione.

Ultimo aggiornamento: 14 Agosto alle ore 20:22

Tiburon lotta per la vita. Il cucciolo di pitbull gettato nella tromba delle scale ieri mattina a Novara durante un litigio tra due uomini di origine marocchina, entrambi denunciati per il reato di maltrattamento di animali, è stato trasferito al Cto Veterinario di Arenzano dove dovrà essere sottoposto a un intervento. E ha bisogno dell’aiuto di tutti.

Tiburon ora ha bisogno di aiuto

Il cane, soccorso dall’Ambulanza veterinaria, è stato affidato in custodia giudiziale all’associazione Amici dei gatti di Galliate e ricoverato immediatamente all’Istituto veterinario di Novara, centro specialistico con sede a Granozzo. “Appena arrivato – dice Daniela Monfroglio, responsabile dell’associazione Amici dei gatti onlus che si occupa del Parco canile-gattile di Galliate – ci è stato subito detto che Tiburon, com’è stato ribattezzato in clinica, era in condizioni gravissime: milza rotta, edema polmonare, entrambi i femori rotti. E’ stato immediatamente sottoposto alle cure del caso e stabilizzato“.

Anche il sindaco Canelli in visita a Tiburon

Tiburon

Nel pomeriggio di ieri, insieme a Monfroglio e ai volontari dell’Ambulanza veterinaria, anche il sindaco di Novara Alessandro Canelli ha voluto sincerarsi delle condizioni del cane. “Ci hanno detto – spiega Monfroglio – che la situazione è ancora critica, anche se nelle ultime ore si sono visti piccoli miglioramenti. Oggi è stato trasferito al Cto Veterinario di Torino, dove dovrà essere sottoposto ad un intervento chirurgico per scongiurare la paralisi. La situazione è veramente drammatica e la cosa più drammatica è si è trattato di un gesto volontario”.
“Agli autori di questo ignobile gesto – commenta Canelli – ci penseranno gli organi inquirenti e la magistratura e spero che la pena sia esemplare. A Tiburon ci stanno invece pensando tante persone, a cominciare dai medici del centro medico veterinario di Granozzo, dai volontari dell’ambulanza veterinaria Italia sezione di Novara e naturalmente dall’associazione Parco terapeutico gatti di Galliate, che ha la custodia giudiziale”.

Raccolta fondi per le cure

Per aiutare le cure di Tiburon l’associazione Amici dei gatti ha attivato una raccolta fondi per pagare le spese veterinarie e quelle successive di riabilitazione. Chi volesse dare il proprio contributo può farlo utilizzando l’Iban
IT20G0503410102000000004447 Protezione animali Galliate onlus presso Banco Bpm. Causale: aiuto per Tiburon.

l.c.