iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
Cronaca

Riprende la campagna Soroptimist contro la violenza di genere

Riprende la campagna Soroptimist contro la violenza di genere

Sta per ripartire la campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere.

Ultimo aggiornamento: 13 Novembre alle ore 09:37

In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne riparte anche la campagna Soroptimist “Orange the world”.

“Orange the world”: la campagna Soroptimist contro la violenza di genere

Anche quest’anno il Soroptmist Alto Novarese aderisce ad “Orange the world: campagna di adovocacy DECIDO IO” in linea con il Soroptimist International d’Italia, che sostiene la campagna internazionale Orange the World promossa da UNWomen, per dire no alla violenza contro le donne. Il periodo orange è costituito da 16 giorni di attivismo, dal 25 novembre al 10 dicembre, due settimane che collegano simbolicamente il 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, e il 10 dicembre, giornata mondiale per i diritti dell’uomo.

Perché la scelta del colore arancione

L’arancione è il colore scelto come simbolo di un futuro senza violenza basata sul genere e Orange the world è il filo conduttore delle diverse iniziative ed eventi programmati in questi sedici giorni di attivismo, in cui i club Soroptimist, diventano promotori di mobilitazione contro la violenza “vestendo” di arancione il mondo.

Il programma di quest’anno nell’Alto Novarese

– Illuminazione orange della facciata di Villa Nigra a Miasino

Villa Nigra, insigne edificio del Cusio, sarà illuminato in arancio per tutto il periodo dal 25 novembre al 1dicembre. Oltre all’importanza artistica e paesaggistica, villa Nigra è strettamente legata a figure femminili, sia perché l’edificio fece parte della dote di una sposa di metà seicento e, soprattutto perché furono le sorelle Nigra, figlie del famoso architetto Carlo, ultime proprietarie a donarla all’università di Torino. Dall’Università la villa fu acquisita nel 2005  dal comune di Masino, che ha attuato importanti restauri, rendendola un significativo polo culturale.

– Realizzazione di panchine orange, come segnale e richiamo al problema della violenza di genere. Saranno collocate due panchine:

1 Armeno portico del palazzo comunale.
È collocata nel maggior punto di aggregazione del paese. Dal portico di accede centralmente al comune, ai due lati si accede agli uffici postali e alla banca. Sulla piazza affacciano negozi, le scuole, la biblioteca.

2 Orta piazza Ragazzoni.
È collocata nella piazza dove affacciano le scuole, ka posta, una banca, negozi e bar. È un luogo di transito obbligato per i turisti che si recano nella piazza principale, dove è situato l’imbarcadero.

– Incontro sul tema della violenza di genere.
Si svolgerà presso la sala consiliare di Armeno il 28 novembre alle ore 21.

Interverranno Mara Lavarini, sindaco di Armeno, Fiorella Mattioli Carcano presidente Soroptimist Alto Novarese, Maresciallo Maggiore Remigio Di Blasi, comandante della Stazione Carabinieri di Orta San Giulio, Beatrice Giromini, avvocato, Soroptimist Alto Novarese, Grazia Nuvolone, psicologa, past president Soroptimist Alto Novarese.

La consegna del kit antiviolenza

Nel corso della serata sarà consegnata al comandante della stazione Carabinieri di Orta San Giulio, la valigetta kit anti violenza, un computer portatile dotato di una video camera sensibilissima, inserito nel progetto nazionale che Soroptimist International d’Italia “Una stanza tutta per sé”, per la realizzazione di audizioni protette per le donne vittime di violenza, di cui il Soroptimist Alto Novarese ha già dotato, negli anni passati, alcune stazioni dei Carabinieri del territorio in cui il club opera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *