INIZIATIVA L'album delle figurine storiche

Progetto alzheimer: a Novara l’iniziativa che vede collaborare 3 ordini e un’associazione

Progetto alzheimer: a Novara l’iniziativa che vede collaborare 3 ordini e un’associazione

Ecco le date in cui ci si potrà sottoporre al test

Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio alle ore 07:11

Progetto alzheimer: a Novara l’iniziativa che vede collaborare 3 ordini e un’associazione.

Progetto alzheimer

Si chiama “Piemonte – insieme per la memoria – ed è il progetto finanziato dal Ministero del Welfare in collaborazione con la Regione Piemonte e gestito dal Coordinamento Associazioni Alzheimer Piemontesi che vede Novara tra le città protagoniste, grazie alla collaborazione di tre ordini professionali: farmacisti, medici e psicologi.
Le associazioni propongono, all’interno di alcune farmacie, una serie di semplici test, attuati da psicologi, volti a monitorare un eventuale deficit cognitivo in chi, volontariamente e gratuitamente, vi si sottopone. Successivamente, nel caso di rilevamento di “campanelli d’allarme”, il testato potrà essere indirizzato al proprio medico per ulteriori approfondimenti. A Novara città l’associazione di riferimento è Ama (Associazione Malati Alzheimer) Novara
Onlus, ente attivo dal 1997 con lo scopo di fornire servizi di assistenza, formazione, informazione, prevenzione, sensibilizzazione sulla malattia di Alzheimer e le altre demenze. Più nello specifico: le persone ultrasessantenni che vogliano sottoporsi ai test, su prenotazione presso la farmacia in questione, potranno presentarsi all’orario indicato e, oltre a misurare gli aspetti cognitivi, potranno avere un’ulteriore valutazione dei parametri di colesterolo, glicemia e pressione arteriosa.

I dati

Solo a Novara città sono più di 2 mila (ovvero il 2% di tutta la popolazione) colpite da demenza e il 50% sono malate di Alzheimer di cui il 65% donne. E’ una malattia a tutt’oggi inguaribile, ma curabile; i farmaci ritardano l’evolversi della patologia; per il resto si deve fare ricorso alle terapie non farmacologiche (musicoterapia, arteterapia, palestra Alzheimer, caffè Alzheimer o della memoria) .
La prevenzione diventa essenziale: la corretta alimentazione, la moderata ma costante attività fisica, la socializzazione e la curiosità sono attività e/o attitudini che possono ritardare il più possibile l’eventuale insorgere della patologia, insieme al controllo dei valori della glicemia, del colesterolo e della pressione arteriosa.

Gli appuntamenti

1) Mercoledì 20 febbraio: Farmacia Fedele (C.so XXIII Marzo 20)
2) Mercoledì 27 febbraio: Farmacia Galli (Via Pietro Micca 52)
3) Mercoledì 13 marzo: Farmacia Fanello (C.so Cavour 7)
4) Mercoledì 27 marzo: Farmacia Elisir (Via Verbano 72)

Tutti gli appuntamenti sono dalle 9.00 alle 12.30, a eccezione delle farmacie che prevedono un orario di apertura fino alle 13, in quel caso sarà prolungato fino a tale ora.