iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara

Omaggio allo sceneggiatore aronese Enrico Vanzina a Torino

Omaggio allo sceneggiatore aronese Enrico Vanzina a Torino

Originari di Arona, “I Vanzina” sono una griffe tra le più riconoscibili e prolifiche del cinema italiano.

Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio alle ore 12:29

La nuova edizione del 18° gLocal Film Festival, che si terrà da martedì 5 a domenica 10 marzo 2019 al Cinema Massimo di Torino, vede uno speciale evento in programma che omaggerà lo sceneggiatore aronese Enrico Vanzina con un doppio appuntamento venerdì 8 marzo al Circolo dei Lettori di Torino e al Museo del Cinema – Massimo.

Omaggio ad Enrico Vanzina

Originari di Arona, “I Vanzina” sono una griffe tra le più riconoscibili e prolifiche del cinema italiano la cui densa e articolata filmografia si è aperta e chiusa proprio in Piemonte: il loro film d’esordio, Luna di miele in tre, inizia sulle rive del Lago Maggiore, a Stresa, mentre l’ultimo titolo in coppia (prima dell’improvvisa scomparsa di Carlo), Caccia al tesoro, si sposta da Napoli a Torino.

Il gLocal Film Festival accoglierà Enrico Vanzina venerdì 8 marzo alle 18.00 alla Sala Gioco del Circolo dei Lettori (Via Bogino 9, Torino), per la presentazione del libro Carlo&Enrico Vanzina Artigiani del cinema popolare, insieme al suo autore Rocco Moccagatta che, attraverso una lunga ed esaustiva intervista ha toccato per la prima volta ogni loro film, ricostruendo la vicenda umana e artistica della coppia e rivelando tutto quello che non hanno mai raccontato di sé e del cinema, tra grandi successi e rovinosi flop.

A seguire, alle 20.30 al Museo del Cinema – Massimo, Enrico Vanzina e Rocco Moccagatta incontreranno il pubblico per la proiezione di Via Montenapoleone. Diretto dal fratello Carlo e scritto insieme a Enrico, nel film si intrecciano le storie di vari personaggi della borghesia milanese interpretati da Paolo Rossi, Fabrizio Bentivoglio, Corinne Cléry, Carol Alt, Luca Barbareschi, Valentina Cortese e Andrea G. Pinketts.

2 commenti

L’articolo è errato in partenza: i Vanzina non sono di Arona, bensì nati entrambi a Roma.