iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara

No Cancer 2018, a Novara convegno internazionale sull’oncologia

No Cancer 2018, a Novara convegno internazionale sull’oncologia

Gli esperti da tutto il mondo nella prima giornata visiteranno la città.

Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre 2018 alle ore 18:06

No Cancer 2018, a Novara convegno internazionale sull’oncologia. Gli esperti da tutto il mondo nella prima giornata visiteranno la città.

No Cancer 2018, a Novara convegno internazionale sull’oncologia

L’Università del Piemonte Orientale ospiterà a Novara il 28, 29 e 30 ottobre il convegno internazionale “No Cancer 2018. Understanding Cancer Cell Biology to improve Diagnosis and Therapy”. Il simposio richiamerà da tutto il mondo scienziati, medici e ricercatori per confrontarsi sulle nuove strategie diagnostiche e terapeutiche per sconfiggere i tumori.

Il Comitato scientifico

Il Convegno, ospitato nell’Aula Magna dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Maggiore della Carità” di Novara (corso Mazzini 18), è organizzato dai professori Ciro Isidoro (Dipartimento di Scienze della Salute) e Gianluca Gaidano (Dipartimento di Medicina Traslazionale), che insieme ai colleghi Alessandra Gennari (DIMET), Danny Dhanasekaran (Stephenson Cancer Research Center, Oklahoma City, USA), Rainer Klement (Leopoldina Hospital, Schweinfurt, Germania) e Javier Menendez (Catalan Institute of Oncology, Badalona, Spagna) compongono il Comitato Scientifico Internazionale.

Intenso programma di lavori

In un intenso programma di lavori, saranno affrontati numerosi argomenti connessi alla cancerogenesi, cioè allo sviluppo di patologie tumorali: il ruolo dello stroma e della risposta immunitaria nel cancro; il metabolismo delle cellule tumorali; le nuove tecnologie emergenti per la diagnosi e la terapia dei tumori; oncogeni, oncosoppressori e RNA non codificati nello sviluppo dei tumori. Un’attenzione particolare sarà dedicata all’emato-oncologia, alle patologie come il cancro colorettale e i tumori al seno, alle ovaie, al pancreas alla prostata e il glioblastoma.

Scienziati da tutto il mondo

Il Programma scientifico vede la partecipazione di scienziati provenienti dalla Germania, dalla Francia, dal Belgio, dalla Spagna, dal Portogallo, dagli Stati Uniti e dai centri di ricerca italiani più avanzati in ambito oncologico. “Il Workshop internazionale “NO-CANCER 2018” – ha sottolineato il professor Isidoro – fa seguito idealmente al percorso iniziato nel 2016 e proseguito lo scorso anno con il convegno No Cancer 2017. Complessivamente, le due edizioni precedenti hanno visto il contributo di oltre trenta scienziati provenienti da tutto il mondo e la partecipazione di oltre cinquecento studiosi”.

“Spazio soprattutto ai giovani ricercatori”

“Visto l’interesse riscosso e l’attiva partecipazione – continua Isidoro – quest’anno abbiamo esteso il Congresso a due giornate scientifiche per dare maggior spazio soprattutto ai giovani ricercatori. Accanto a dodici relatori di fama internazionale, sono stati selezionati ben ventuno giovani ricercatori italiani che esporranno i risultati delle loro ricerche con brevi comunicazioni selezionate dal comitato scientifico sulla base dei riassunti sottoposti. La conferenza, come esplicitato nel sottotitolo, si focalizza sulla biologia del cancro con l’obiettivo dichiarato di proporre nuove strategie per una diagnosi più accurata e precoce e per una terapia personalizzata del cancro”.

Opportunità di formazione per gli studenti di Medical Biotechnologies

La novità è anche che quest’anno la rivista internazionale Cancer Drug Resistance dedicherà un numero speciale per pubblicare gli atti congressuali (Guest Editors il Prof. Isidoro e il Prof. Gaidano). «Oltre alla rilevanza scientifica e di scambio culturale fra ricercatori – aggiunge il professor Gaidano – No-Cancer 2018 rappresenterà anche un’importante opportunità di formazione per gli studenti del Corso di Laurea Magistrale internazionale in Medical Biotechnologies che il nostro Ateneo ha istituito a Novara e che è ora giunto alla quinta edizione”.

L’orgoglio dell’Amministrazione comunale

“L’Amministrazione – hanno commentato il sindaco Alessandro Canelli e l’assessore alla Cultura Emilio Iodice – è orgogliosa del fatto che Novara ospiti anche quest’anno il workshop internazionale “No-Cancer”. E mai come nel caso del titolo dell’edizione 2018 emerge quello che, rispetto a questa malattia, è l’atteggiamento della medicina a livello mondiale: terapie, certo, ma anche e soprattutto la necessità di individuare nuove strade e opportunità nel contrasto della patologia”.

Tour della città e concerto al Conservatorio

I partecipanti al convegno giungeranno a Novara domenica 28 ottobre e saranno accompagnati in un tour turistico della città di Novara – che prevede la visita alla Cupola Antonelliana – e si concluderà presso il Conservatorio “Guido Cantelli” con un concerto di musica classica e un “apericena” di benvenuto alla presenza di autorità cittadine e accademiche. Lunedì 29 e martedì 30 si svolgeranno le sessioni scientifiche.

Il contributo dell’Ail di Novara

L’evento è stato supportato economicamente in larga parte dall’Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mielomi (AIL) di Novara, presieduta dalla dottoressa Rosalba Barbieri Pisani. Italgrafica ha offerto a titolo gratuito la stampa di tutto il materiale congressuale. Gli studenti dell’Istituto Professionale Alberghiero “G. Ravizza” collaboreranno per l’accoglienza dei partecipanti. Il programma del convegno, istruzioni e avvisi sono reperibili all’indirizzo www.isidorolab.com.