INIZIATIVA L'album delle figurine storiche

Nebbiuno in festa per i 102 anni di Alessandro Albertoni

Nebbiuno in festa per i 102 anni di Alessandro Albertoni

Albertoni ha festeggiato alla casa di riposo Taglietti

Ultimo aggiornamento: 13 Maggio alle ore 08:00

Nebbiuno in festa: alla casa di riposo Taglietti Alessandro Albertoni ha festeggiato il traguardo dei 102 anni.

Nebbiuno in festa per un compleanno record

Il grande traguardo dei 102 anni è stato raggiunto nei giorni scorsi da un nebbiunese. Il compleanno di Alessandro Albertoni, ospite della casa di riposo Taglietti, è stato festeggiato domenica 5 maggio, anche se la data ufficiale era il 3. Lo hanno stretto in un abbraccio ideale gli operatori della struttura, gli altri ospiti e il consigliere comunale Fernando Delle Carbonare. “Alessandro è ancora in forma – racconta chi ogni giorno provvede ai suoi bisogni – sempre allegro, con la battuta pronta, spesso intrattiene i compagni canticchiando canzoni o poesie di una volta”.

Un uomo dotato di un grande sorriso

Albertoni nacque nel 2017 ad Artò, frazione di Madonna del sasso, non si è mai sposato, aveva fratelli che oggi sono scomparsi. “Ha fatto il falegname nel settore dei mobili di arredamento – dicono dalla casa di riposo – è arrivato da noi nel 2008. Fino a pochi anni fa usciva da solo per andare in paese al bar, o partecipava all’attività di girdinaggio. Adesso preferisce riposarsi da noi. La sua salute non è sempre perfetta, non potrebbe essere altrimenti a un’età del genere, ma non sembra mai arrabbiato e ci intenerisce con i suoi grandi sorrisi. Ormai molto conosciute sono le vicende di quando era militare o della guerra. Ama la compagnia dei volontari, anche quelli giovani che ogni tanto ci vengono a trovare tramite altre associazioni e scuole. Anche con gli operatori della biblioteca comunale Teresa Donati ha un rapporto di vicinanza. Ci ha spesso raccontato di avere trascorso una bella vita. Quando se la sente, sta con gli altri nelle feste di compleanno dando il suo contributo con la musica e il canto. La nostra impressione è che si sia sempre comportato con rispetto e bontà verso gli altri. Per tutti noi rappresenta un bell’esempio di virtù e cerchiamo di fargli vivere l’ultima fase della vita con amore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *