iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara

L’album delle figurine del Corriere di Novara

L’album delle figurine del Corriere di Novara

La nostra iniziativa a partire dal 6 maggio.

Ultimo aggiornamento: 22 Marzo alle ore 18:20

Attenzione: sta per partire un nuova iniziativa del Corriere di Novara. Lunedì 6 maggio sarà distribuito con il nostro giornale un album di figurine rivolto agli studenti delle scuole elementari e medie inferiori, che narra la storia della città di Novara, dalle prime tracce della presenza umana fino all’epoca contemporanea. L’album, che ci auguriamo possa trasformarsi in un valido strumento didattico, consentirà di illustrare in modo gioioso il nostro passato e i suoi simboli più significativi: la straordinaria Cupola dell’Antonelli, simbolo della città, su tutti

L’idea dell’album di figurine

“Ce l’ho, ce l’ho, manca…” Quante volte da piccoli abbiamo pronunciato queste parole, a volte in maniera gioiosa, altre con rammarico. Ci fermavamo, scartavamo il pacchetto e guardavamo una ad una le figurine; sapevamo quelle che avremmo attaccato e quelle che invece, il giorno dopo, avremmo barattato. Noi conoscevamo già a memoria l’album. Ed è proprio di questa attenzione che vorremmo approfittare per far conoscere il territorio ai più giovani e non solo. Creare un album di figurine del Novarese, per promuovere in maniera divertente la conoscenza del patrimonio storico, artistico e culturale, è un ottimo modo per sviluppare anche nei più piccoli un senso d’identità sociale così da contribuire alla loro formazione di futuri cittadini.

Il progetto

L’album è composto da 32 pagine + 4 di copertina per un totale di 50 figurine. Il filo conduttore nella scelta dei soggetti delle figurine è l’evoluzione cronologia della nostra città, che pone all’attenzione di bambini e ragazzi i luoghi significativi per ogni fase storica vissuta da Novara, permettendo loro di comprendere meglio i cambiamenti avvenuti e di seguire con maggiore facilità il modificarsi della storia del tessuto urbano.
Si è pensato di considerare il periodo storico che parte dall’epoca romana per poi terminare, attraverso un percorso guidato, con i monumenti dell’epoca contemporanea, così da dare una panoramica, la più possibile completa, delle fasi di evoluzione che hanno interessato questa zona.
Dieci delle 50 figurine, invece, sono dedicate a quei personaggi storici che hanno contribuito a migliorare e far crescere il nostro territorio.

Re Tino

In questo viaggio nella storia i ragazzi saranno accompagnati da un personaggio creato apposta per loro, una mascotte, “Re Tino”, che con le sue spiegazioni li condurrà negli angoli più caratteristici della città. È lui, infatti, il Grillo parlante che descrive ai giovani collezionisti ogni figurina nel dettaglio e che si concede numerose divagazioni per approfondire altri aspetti che insieme compongono l’essenza del nostro essere Novaresi.
Alcune pagine dell’album, inoltre, saranno dedicate a specifici giochi tutti legati agli argomenti trattati (cruciverba, disegni da colorare, trovare le differenze fra due figure, cacce al tesoro etc…), in modo che i bambini, giocando, possano approfondire ulteriormente quello che stanno imparando.

La nostra rete

Alla base di questo progetto, come già accennato, c’è la volontà e il desiderio di far conoscere e promuovere Novara e li suoi angoli nascosti sotto molteplici punti di vista; partendo dal patrimonio artistico, ci proponiamo di valorizzare altri aspetti del territorio, ma questo è possibile solo coinvolgendo il maggior numero di realtà locali. Le istituzioni, i musei, le fondazioni, le associazioni rappresentanti del territorio sono i nostri interlocutori, cosi come le eccellenze di privati che con il loro spirito imprenditoriale contribuiscono all’immagine della nostra città.
La volontà di coinvolgere il maggior numero di partner nasce dall’esigenza di far sì che quest’album non rimanga fine a se stesso, ma che spinga i fruitori a esplorare di persona i luoghi che gli stiamo raccontando.
Il punto di partenza sarà, quindi, quello di creare una sinergia soprattutto con gli istituti scolastici così da poter poi, in accordo con loro, indirizzarsi alle altre realtà presenti sul territorio.
I bambini, dunque, saranno i veri protagonisti di questo progetto. Dare la possibilità in classe di approfondire in maniera divertente i temi legati al nostro territorio o di programmare le uscite didattiche in base alla “figurina” che è piaciuta permetterà ai bambini di vivere a pieno questa esperienza.
Il 6 maggio regaleremo l’album, mentre nei dieci numeri successivi verranno distribuite, sempre in omaggio con il giornale, le bustine di figurine che ritraggono i luoghi e i personaggi più significativi della nostra storia. L’ultima uscita è prevista per il 10 giugno.
Sandro Devecchi