iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
appuntamento

Il Coro Erato a Oleggio per San Michele

Il Coro Erato a Oleggio per San Michele

Con la direzione del maestro Iorio per la stagione 2019 degli Amici della Musica.

Ultimo aggiornamento: 25 Settembre alle ore 18:40

Il Coro Erato a Oleggio per San Michele. Sarà il Coro Erato con la direzione del maestro Iorio ad aprire l’ultima parte della stagione 2019 degli Amici della Musicahttp://www.amicidellamusicaoleggio.it/ sabato 28 settembre alle ore 21 nella basilica di San Michele all’ingresso del cimitero di Oleggio. Il tradizionale concerto di San Michele avrà importanti protagonisti sul palco per un viaggio nella musica sacra a Novara e dintorni, accompagneranno il coro il Quartetto d’archi Erato ( composta da Dino Scalabrin, Davide Besana, Arianna Cartini e Marco Zanoli), il soprano Amanda Malandra e il flauto Aurora Orrigo, all’organo Andrea Di Maio.

Il Coro Erato a Oleggio per San Michele

“Il coro era già stato nostro ospite qualche anno fa – ha spiegato il maestro Luigi Leonardi – e abbiamo, così,  deciso di riproporlo per questa importante occasione. Un concerto  davvero interessante dedicato alla musica composta da novaresi o da non novaresi che hanno fatto carriera sul nostro territorio”. La serata è dedicata alla memoria di Carla Redaelli Negri da Oleggio, Vincenzo Negri da Oleggio, Raimondo e Adolfo Gadola.

Altri appuntamenti in programma

Seguiranno a questo appuntamento quelli dedicati ai venerdì musicali. Sono già in programma gli appuntamenti dell’11 ottobre, del 25 e dell’8 novembre nell’auditorium del Teatro. Il 1° dicembre sarà poi la volta dell’assemblea dei soci con un prologo musicale con le cose più famose e più richieste nell’ambito dell’opera lirica. “Una collaborazione importante con gli Amici della Musica – così, si è espresso il sindaco Andrea Baldassini – Grazie soprattutto a Luigi, Cristina e Lorenza per l’impegno e la competenza che ci mettono e che hanno possibile fare diventare il concerto di San Michele un appuntamento sempre più partecipato. Non tante realtà come la nostra città possono vantare una stagione dedicata alla musica classica portata avanti in modo partecipato; è un orgoglio poterla avere a Oleggio”.

s.b.