iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara

Gorgonzola Costa compie 100 anni

Gorgonzola Costa compie 100 anni

Gorgonzola Costa compie 100 anni, Emilio Iodice "cento anni di attività e legame con la città"

Ultimo aggiornamento: 02 Febbraio alle ore 17:04

Gorgonzola Costa compie 100 anni.

Gorgonzola Costa

“Cento anni di attività e di legame con la città, di presenza operosa e generosa. L’Amministrazione è lieta di essere parte di questa festa”. L’assessore alla Cultura Emilio Iodice presenta con queste parole l’evento dedicato al
centenario del caseificio “Mario Costa spa – I primi 100 anni del gorgonzola Costa” che si è tenuto nella mattinata di oggi nel salone dell’Arengo del Broletto , e che ha visto la presentazione della monografia “Mario e la costa nobile della muffa” di Jacopo Fontaneto e Claudio Salsa.

Costa Spa

“Quella della “Mario Costa Spa” – rimarca l’assessore Iodice – è la storia di un’attività di famiglia che si è evoluta ed è cresciuta dal punto di vista imprenditoriale in un settore produttivo che non è qualsiasi: il gorgonzola che ha reso famosa la “Costa” in questi anni è infatti uno dei prodotti tipici che maggiormente contribuisce a connotare il nostro territorio. La storia della “Costa”, insieme con quella del gorgonzola dalle sue origini, il legame che questo ha avuto ed ha con il Novarese, la sua crescita e l’evoluzione delle maestranze che hanno lavorato e che hanno collaborato alla crescita dell’azienda e all’evoluzione del prodotto sono al centro del libro, realizzato anche grazie alla collaborazione del Consorzio gorgonzola, che racconta anche l’evoluzione della nostra realtà e i cambiamenti dei quali è stata protagonista Novara: basti pensare che lo stabilimento che dal 1932 al 2014 ha ospitato la “Costa” era stato costruito in una zona periferica che oggi è praticamente nel centro della città. Un importante pezzo di “cuore” di Novara: proprio per questo motivo l’Amministrazione ha ritenuto che la concessione del patrocinio fosse un passo non
puramente formale, ma sentito e doveroso”.