iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
Aveva 64 anni

Ernesto Privitera: il saluto di Arona a “Lampo”

Ernesto Privitera: il saluto di Arona a “Lampo”

Era un assiduo frequentatore del Wood

Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre alle ore 07:53

Ernesto Privitera, scomparso nei giorni scorsi all’età di 64 anni e ritrovato nella propria abitazione privo di vita dai Vigili del fuoco (LEGGI QUI), era un assiduo frequentatore di Wood – Casa dei popoli, in via Roma.

Il ricordo di Ernesto Privitera

Al Wood era conosciuto con il soprannome di «Lampo»: «Mi ha raccontato – dice Sergio Filipetto, uno dei volontari – che, quando era più giovane, suonava la sera al pianobar. Nell’ambiente era conosciuto come Lampo. Suonava la tastiera, cantava e si esibiva in imitazioni come quella di Renato Zero. Aveva una grande passione per la musica. Qui da noi all’improvviso dimostrava la sua cultura intonando ritornelli di vecchie canzoni italiane».

Anche la responsabile delle attività di Wood Barbara Mastria lo ricorda con affetto: «Frequentava il nostro circolo – ricorda – era una persona disponibile: se avevo qualcosa da scaricare dalla macchina, si alzava per dare una mano. Aveva l’abitudine di chiedere uno stuzzicadenti se mangiava qualcosa. Per noi era diventato un gesto automatico dargliene uno senza che lo chiedesse. Lo vedevo con la sua bicicletta nella zona della cooperativa sociale Vedogiovane, di cui sono socia. Era una persona schiva, che preferiva stare in solitudine anche se in mezzo ad altri. Noi lo abbiamo sempre accolto con rispetto, come facciamo con tutti gli amici che ci vengono a trovare. Non parlava molto di sé, non sapevamo nulla della sua vita passata e presente».

Al Wood come attivista è in forza anche Marta Mastria, che custodisce un dolce ricordo di Lampo: «Mi regalava spesso un barattolino di Nutella, mi raccontava che non gli piacevano i dolci. Con me era sempre sorridente».