iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
Grande festa

Compleanno record in casa di riposo a Nebbiuno

Compleanno record in casa di riposo a Nebbiuno

Cent'anni di amore per il Vergante per Lidia Bogliani

Ultimo aggiornamento: 04 Ottobre alle ore 07:00

Compleanno record per Lidia Bogliani alla casa di riposo Taglietti.

Compleanno record per la centenaria Lidia Bogliani

Un secolo di vita e ancora sorrisi e vitalità per Lidia Bogliani. L’anziana, ospite della casa di riposo Taglietti, è stata festeggiata dai parenti e dal personale domenica 22 settembre, alla presenza del presidente don Maurizio Medina e del consigliere comunale Fernando Delle Carbonare. Lidia nacque il 18 settembre 1919 e diede alla luce i figli  Carlo ed Enrica.

Il racconto dei figli

Da due anni Lidia si trova alla Taglietti: “Avevamo cominciato a frequentare Nebbiuno in estate – raccontano i parenti – la mamma è nata a Cassolnovo, Pavia. Tolto il primo periodo di vita in cui ha fatto la sarta, è stata sempre casalinga. Il marito si chiamava Renzo Sartorio, mancato nel 1996. Si sposarono nel 1947, intraprendendo una bella avventura. Abbiamo abitato a Milano, ma il Vergante ci è piaciuto subito. Il papà è stato uno dei primi villeggianti qui, ne custodiamo una foto di quando aveva circa 12 anni che lo ritrae a Fosseno. I suoi genitori lo portavano qui. Lui e il padre di un nostro amico sono stati davvero i primi “forestieri” a interessarsi al Vergante. Crediamo che questa sia una stupenda zona, ci siamo fatti molti amici nel corso del tempo”.

Ecco come trascorre le sue giornate

Lidia trascorre le sue giornate dispensando parole buone e l’ottimo umore non manca mai: “Mi vogliono tutti bene – racconta con lucidità – cantiamo, balliamo, facciamo la tombola, partecipo a tante attività, il nostro amico Stefano arriva a suonare la chitarra. Qui mi trovo divinamente e di notte sono gentili perché passano a controllare se è tutto a posto mentre dormiamo. Mi trovo bene con gli altri compagni, mi sembra di essere a casa mia. Se mi assento un giorno, mi cercano subito. I miei figli non mi fanno mancare niente, gli voglio bene. Mangio tranquillamente tutto: lasagne e ravioli sono i miei piatti preferiti e digerisco senza problemi. Da ragazzina mi invitavano alle feste, ero ben voluta da tutti. Si andava in vacanza sull’Adriatico con la famiglia. Oggi la cuoca ha preparato una buonissima torta. Non dimentico mai Padre Pio, al quale sono molto devota”.