iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara

Carnevale novarese, tutto il programma della kermesse

Carnevale novarese, tutto il programma della kermesse

Sabato pomeriggio la sfilata per le vie della città fino al Broletto.

Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio alle ore 19:29

Carnevale: che la festa abbia inizio! Ancora freschi delle emozioni vissute domenica scorsa in piazza San Marco a Venezia, uno dei pochi gruppi non locali presenti nella Serenissima, Re Biscottino e la Regina Cuneta hanno presentato martedì in Comune il programma del Carnevale novarese, che vivrà il suo momento clou sabato pomeriggio, con la sfilata per le vie della città.

Carnevale con Re Biscottino, la Regina Cuneta e maschere da tutta Italia

«Anche quest’anno – ha sottolineato il vicesindaco Franco Caressa – dobbiamo un doveroso ringraziamento all’associazione culturaCarnevale presentazionele Re Biscottino di Novara onlus, che continua a rendere possibile nella nostra città l’allegria del Carnevale e il rinnovarsi della tradizione».
Un carnevale, quello novarese, che come ha confermato Re Biscottino in persona (alias Renato Sardo), «mette ancora al centro i bambini e il loro divertimento».

Il programma

Come detto, il momento centrale dei festeggiamenti sarà sabato pomeriggio, con la tradizionale sfilata lungo le strade cittadine, «alla quale – ha ricordato la Regina Cuneta (Giusy Sardo) – prenderanno parte alcune tra le più importanti maschere di tutta Italia, dal Doge di Venezia ai torinesi Gianduja e Giacometta, dal Bicciolano di Vercelli al gruppo del Granducato di Bergamo. E poi gruppi folcloristici, la Suca Band di Oleggio, le Majorettes di Valduggia, gli sbandieratori e musici di Asti…». La partenza sarà alle 14.45 dal Cavalcavia San Martino, quindi il corteo mascherato attraverserà via Andrea Costa, via XX Settembre, largo Costituente, baluardo Quintino Sella, via Pier Lombardo, via San Gaudenzio, via Gaudenzio Ferrari, corso Cavour, Angolo delle Ore, corso Italia, via Omar, piazza delle Erbe, fino al Broletto, dove avverrà la tradizionale consegna delle chiavi della città a Re Biscottino. Seguirà la consegna dei Premi Tacchini 2019 (che quest’anno la Consulta per la novaresità ha deciso di assegnare a Emanuela Fortuna e Paola Polastri) e del contributo di beneficenza “Un raggio di speranza da Sandro Berutti”, all’Uic di Novara, cui si aggiungeranno le due targhe del “premio bontà” a Fulvio Tornaco e Giorgio Pansa. Infine la premiazione dei gruppi più belli, l’esibizione dei partecipanti e lo spettacolo conclusivo a cura degli sbandieratori di Asti.
Il Carnevale novarese proseguirà poi domenica, 3 marzo, con un pomeriggio di festa al centro commerciale San Martino, con giochi e musica per i più piccini, e martedì 5 marzo, alle 15 al Pala Verdi, con il “gran ballo dei bambini”; spettacolo danzante per i più piccoli con musica e magia. Alle 20,40, sempre al Pala Verdi, serata danzante per tutti.
l.c.