INIZIATIVA L'album delle figurine storiche

Candidato in Comune? Non raccogli le offerte durante la messa

Candidato in Comune? Non raccogli le offerte durante la messa

Singolare divieto posto dai sacerdoti in un centro piemontese: chi è in lista non può prestare servizio in chiesa.

Ultimo aggiornamento: 08 Marzo alle ore 08:50

Candidato in Comune? Non raccogli puoi fare servizio di alcun genere durante la messa. Un singolare veto posto dai parroci di Verzuolo, un centro del cuneese. Lo raccontano i colleghi di notiziaoggi.it

Candidato in Comune? Non presti servizio durante la messa

Un singolare divieto posto dai tra parroci che operano a Verzuolo, un centro piemontese di circa 6mila abitanti in provincia di Cuneo. Coloro che si candidano alle prossime elezioni comunali sono “esentati” da qualsiasi servizio a messa: quindi non possono raccogliere le offerte, né leggere le Letture, e nemmeno fare il ministro della Comunione. E’ quanto hanno deciso don Marco Gallo, don Claudio Margaria e don Luca Margaria, in accordo con il consiglio parrocchiale, con tanto di pubblicazione sul bollettino: «Chiediamo a chiunque si candidi, per la libertà di tutti, di sospendere i preziosi servizi nella liturgia».