iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
scuola

Biandrate, 800 alunni al lavoro su clima e ambiente

Biandrate, 800 alunni al lavoro su clima e ambiente

Parte oggi la “Settimana 2030” in linea con gli obiettivi che le Nazioni Unite si sono date entro il 2030 con l’agenda globale per lo sviluppo sostenibile.

Ultimo aggiornamento: 04 Novembre alle ore 16:00

Clima e ambiente: inizia oggi, lunedì 4 novembre, la “Settimana 2030”. Fino a venerdì circa 800 alunni di 15 scuole (dall’asilo alla media) dell’istituto comprensivo di Biandrate interromperanno le lezioni “ordinarie” per concentrarsi sulle tematiche ambientali.

Biandrate, 800 alunni al lavoro su clima e ambiente

Clima e ambiente: il progetto tiene conto degli obiettivi che le Nazioni Unite si sono date entro il 2030 con l’agenda globale per lo sviluppo sostenibile. Parte dunque – per il terzo anno, ideato ancor prima del clamore mediatico sollevato da Greta Tumberg – il progetto novarese per la lotta contro il cambiamento climatico attraverso il modello educativo “Musica d’ambiente”. «Un progetto unico nel suo genere», ha sottolineato il consigliere delegato all’Istruzione della Provincia di Novara Andrea Crivelli, alla presentazione a Palazzo Natta. La Settimana 2030 è promossa dalla scuola, con il corpo docente e la referente del progetto Giovanna Pomella, in collaborazione con Arpa Piemonte. «E’ la nostra risposta, il nostro contributo, al rispetto dell’ambiente. Il nostro impegno è per sensibilizzare i ragazzi, e quindi le loro famiglie, sulle modifiche climatiche influenzate dai comportamenti dell’uomo», ha detto la dirigente scolastica Maria Donatella Ingardia.

Un modo diverso di fare scuola

«Climatologi, meteorologi, geologi, esperti della qualità dell’aria al lavoro con gli studenti di questo istituto con il quale abbiamo un rapporto di collaborazione strepitoso – ha spiegato Franco Pistono di Arpa Piemonte -. L’educazione ambientale con approccio educativo è tra gli obiettivi primari di Arpa, ancor prima dei controlli». «Questo progetto è frutto di un lungo lavoro – ha spiegato Pomella – iniziato 4 anni fa. Un modo diverso di fare scuola che smonta la lezione frontale e parla a classi aperte con esperienze di ricerca, lavoro di gruppo, utilizzo di supporti informatici e uso della creatività legata alla musica. E’ una settimana molto attesa dai ragazzi: già per questo riteniamo sia una scommessa vinta». Ogni giorno sulla pagina Fb dell’istituto scolastico sarà pubblicato il resoconto della giornata di lavoro che comporta, tra l’altro, laboratori didattici e creativi. Plauso al progetto, giovedì alla presentazione ufficiale, anche dal sindaco di Biandrate Luciano Pigat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *