iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
giornata della donazione

Avis in festa sabato a Novara | VIDEO e GALLERY

Manifestazione in Castello con tante autorità, tra informazione e premiazioni.

Ultimo aggiornamento: 16 Giugno alle ore 12:14

Avis in festa a Novara sabato mattina: in Castello informazione e premiazioni.

Avis in festa per la Giornata della donazione

Il 14 giugno si celebra in tutto il mondo la scoperta dei gruppi sanguigni, fondamentale per le trasfusioni senza rischi. E sabato mattina, nel Castello visconteo sforzesco, l’Avis Novara ha onorato la giornata con l’evento “L’Avis in festa”: una mattinata di informazione e premiazioni che ha coinvolto soci, collaboratori e autorità.
Il presidente della Comunale di Novara, dottor Lorenzo Brusa, ha ricordato l’importanza delle donazioni di sangue, fondamentali per salvare molte vite: «Donare, oggi, è semplice e sicuro», ha detto Brusa, evidenziando come «nel mondo, ogni due secondi circa, qualcuno ha bisogno di sangue».

Le premiazioni per chi ha collaborato

Dopo i saluti delle autorità presenti (il presidente provinciale Avis Gianfranco Borsotti, il direttore dell’Aou Mario Minola, il sindaco Alessandro Canelli, il consigliere provnciale Ivan De Grandis, l’ex parlamentare e avisino Gianni Mancuso) è venuto il momento della consegna dei riconoscimenti a tutti coloro che hanno collaborato con l’associazione: il presidente della Fondazione Banca popolare per il territorio Franco Zanetta, «in particolare per la sua attenzione nella promozione della donazione del sangue rivolta ai giovani»; il delegato provinciale Figc Lega nazionale dilettanti Guarnieri; Ipercoop, nella persona del direttore del centro commerciale San Martino Stefano Sonzini; Admo, «che collabora e coopera nel reclutamento di donatori di midollo e di sangue»; il patronato Epaca di Coldiretti, rappresentato da Paolo Favini; la giornalista Giusy Trimboli di Videonovara; il professor Burlotto, «precursore nel sensibilizzare gli studenti delle scuole novaresi al dono del sangue». Un riconoscimento anche agli istituti superiori che da sempre hanno aderito alla campagna “Porgi una mano, qualcuno ha bisogno di te”: “Omar”, “Nervi”, “Bellini”, “Fauser”, “Bonfantini, “Ravizza”, liceo artistico “Casorati” e “Pascal” di Romentino. Senza dimenticare le società sportive «che si impegnano a valorizzare i giovani ad essere cittadini coscienziosi e altruisti»: Novara Basket, Veveri Calcio, Polisportiva San Giacomo, Judo Novara e Juventus Club.
l.c.