iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara
La precisazione

Auser Arona si difende: “I nostri volontari non sono pagati”

Auser Arona si difende: “I nostri volontari non sono pagati”

Il presidente Andreoni replica ad alcune voci circolate in città

Ultimo aggiornamento: 11 Giugno alle ore 15:04

Auser Arona si difende e precisa: “Chi si avvicina per interesse viene allontanato”.

Auser Arona si difende

Auser di Arona, una trentina di volontari e un’attività intensa a favore della popolazione dell’Aronese. Tante luci per il sodalizio che brilla per il crescente numero di attività (basti dire che nei primi cinque mesi del 2019 si è già toccata quota +75 % in termini di chilometri percorsi e di servizi effettuati, rispetto a quelli svolti nello stesso periodo dello scorso anno) ma anche una spiacevole ombra che il presidente Auser di Arona Giuseppe Andreoni vuole spazzare via lanciando un messaggio chiaro: «Circolano alcune voci – spiega – secondo le quali i volontari attivi dell’Auser di Arona si arricchiscono con la loro partecipazione. Questa è una maldicenza: i nostri volontari percepiscono unicamente il rimborso delle spese vive giustificate; non è previsto nessun compenso e nessuna retribuzione». Allo stesso modo Andreoni desidera chiarire: «Chiunque si sia avvicinato all’associazione con l’idea di trarne un vantaggio economico è stato prontamente allontanato, e così sarà sempre».

I molteplici servizi

Attività di punta di Auser Arona sono i servizi di accompagnamento rivolti alle persone dializzate e a quelli rivolti ai malati oncologici, su richiesta dell’Asl No. Da non dimenticare poi i servizi di accompagnamento svolti per il Comune di Arona; per il settore Istruzione della Provincia, a favore di studenti disabili; per gli ospiti delle case di riposo e per i privati cittadini che ne richiedono l’intervento.
Fiore all’occhiello dell’associazione poi è il progetto Pony della Solidarietà. Progetto conclusosi proprio martedì 4 giugno con un pranzo conviviale riservato ai ragazzi partecipanti. Si tratta di un’attività di volontariato che si svolge nelle case di riposo del territorio, che vede impegnati ogni anno, sotto il coordinamento dell’Auser, diversi studenti del liceo Enrico Fermi di Arona.
Inoltre i volontari sono presenti agli appuntamenti importanti della città, confermando l’Auser come associazione ben inserita nel tessuto sociale aronese. Ne è la prova anche la recente partecipazione alla Parata del 2 Giugno, Festa della Repubblica, che ha visto un nutrito gruppo di volontari Auser presenti insieme alle altre associazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *