iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
iniziativa

Strade più sicure: il nonno di Manuel Cesta in Calabria

Strade più sicure: il nonno di Manuel Cesta in Calabria

Gerardo Cesta sta promuovendo una raccolta firme in memoria del nipote morto ad agosto in un tragico incidente nel Cosentino.

Ultimo aggiornamento: 04 Ottobre alle ore 11:57

E’ partito da Novara ed è tornato in Calabria, dove quest’estate ha perso la vita l’amato nipote Manuel Cesta in un tragico incidente, per seguire in prima persona l’iniziativa che ha deciso di portare avanti in sua memoria.

Strade più sicure: il nonno di Manuel Cesta in Calabria

Dal Piemonte alla Calabria per chidere strade più sicure nel nome di Manuel Cesta. Il ragazo novarese di 25 anni è morto a metà agosto di quest’anno in un tragico incidente nel Cosentino. Ora il nonno Gerardo – pensionato di 71 anni, residente a Novara, ma lucano di origini – avvia una petizione popolare per chiedere strade più sicure e interventi di primo soccorso più rapidi, oltre a fare piena luce sul drammatico incidente stradale che gli ha portato via il nipote. Chiede chiarezza dopo essere riuscito a recuperare la telecamera che il ragazzo aveva sul casco al momento del sinistro.

Il nonno è tornato ieri in Calabria

Gerardo Cesta ieri è tornato in Calabria. “Ho deciso di promuovere una petizione per chiedere strade più sicure e i miei tanti amici e conoscenti del posto hanno già iniziato a raccogliere le firme: alla fine saranno migliaia. Al di là del fatto che nella strada dove ha perso la vita Manuel sono successi tantissimi incidenti, anche gravi, per svariati chilometri non vi è alcuna copertura telefonica, neanche per le chiamate d’emergenza, e non ci sono neppure le colonnine del Sos”, continua il nonno del ragazzo. Che aggiunge: “L’intervento di soccorso per mio nipote è stato disastroso: c’è voluta più di un’ora e mezza perché giungesse in ospedale. Se fosse arrivato in tempi più ragionevoli, si sarebbe potuto salvare? La nostra iniziativa non servirà a riportarci indietro Manuel – conclude Gerardo Cesta -, ma speriamo che possa essere utile per lanciare un messaggio forte ed evitare altre tragedie come questa in Calabria”.

Manuel Cesta, un viaggio “on the road” finito in tragedia

Manuel Cesta viveva con i nonni. E’ morto in un incidente stradale in moto il 12 agosto nel territorio di Guardia Piemontese, in provincia di Cosenza. La vicenda del ragazzo ha scosso sia la comunità novarese sia quella cosentina. Manuel era partito il 9 agosto da Novara per raggiungere la Calabria e trascorrere alcuni giorni di vacanza in sella alla sua Kawasaki Versys 1000. Un viaggio che raccontava sulla sua pagina Facebook, anche attraverso dei video “on the road” registrati da una telecamera installata sul casco. Lo schianto mortale con una Renault Clio, sulla strada che collega Guardia Piemontese e Fagnano Castello (la SS 283). Manuel Cesta, gravemente ferito, è stato elitrasportato all’ospedale civile di Cosenza, dove però poco dopo è spirato. La Procura di Paola, per il tramite del Pm Rossana Esposito, ha aperto un procedimento per il reato di omicidio stradale.