INIZIATIVA L'album delle figurine storiche

Sparatoria in centro a Trecate: arrestato dai carabinieri un 37enne

Sparatoria in centro a Trecate: arrestato dai carabinieri un 37enne
Ultimo aggiornamento: 11 Marzo alle ore 17:24

L’uomo che avrebbe esploso i colpi di pistola è l’ex cognato del ferito

Nella tarda serata di lunedì i carabinieri hanno arrestato un 37enne in merito alla sparatoria avvenuta  in pieno centro storico a Trecate nel primo pomeriggio della stessa giornata. Attorno alle 14 un artigiano edile di 41 anni, che si trovava in via XX Settembre per motivi di lavoro, aveva visto arrivare  un uomo che gli puntava contro una pistola. Il 41enne si è subito riparato dietro un portone. Due colpi di pistola hanno colpito i vetri della porta e alcune schegge avevano ferito l’artigiano in modo lieve. L’autore della sparatoria si è poi subito dato alla fuga. Scattato l’allarme, dato da alcuni residenti, spaventati per i colpi d’arma da fuoco uditi, sul posto è arrivata un’ambulanza del 118 che ha medicato il ferito, che aveva rifiutato il ricovero in ospedale. Sul posto anche i carabinieri della locale Stazione e quelli del Nucleo investigativo di Novara, con il supporto dell’Unità Scientifica. Presente anche la Polizia locale.

Trovati a casa dell’arrestato proiettili dello stesso calibro di quelli sparati

Le indagini dell’Arma  per risalire alla persona che aveva esploso i due colpi si erano subito indirizzate verso l’ambito familiare. Il ferito, di nazionalità albanese, aveva infatti da tempo in corso una situazione conflittuale con l’ex moglie da cui si era separato.  Il fratello della donna avrebbe quindi sparato all’ex cognato. Il 37enne, anche lui di nazionalità albanese, con precedenti penali,  residente a Trecate è stato rintracciato a casa della sorella. Una perquisizione nell’abitazione dell’uomo  ha permesso ai militari di ritrovare alcuni proiettili di pistola dello stesso calibro di quelli sparati, detenuti illegalmente. Sono ancora in corso le ricerche dell’arma usata. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio e detenzioni illecita di munizioni.

m.d.