iniziativa Simpatiche Zampette: gioca con il Corriere di Novara

Metropolis Castelletto cambia gestione: il cinema diventa Movie Planet

Metropolis Castelletto cambia gestione: il cinema diventa Movie Planet

La novità è diventata operativa giovedì 25

Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2018 alle ore 10:50

Metropolis Castelletto cambia gestione dopo tanti anni di permanenza della famiglia Di Maggio viene ceduto a Movie Planet.

Metropolis Castelletto: si cambia

E’ stata avviata nei giorni scorsi, precisamente giovedì 25, una nuova avventura che riguarda il cinema Metropolis di Castelletto Ticino. Lo storico multisala infatti cambia gestione. A rilevare la proprietà della struttura il gruppo Movie Planet, che gestisce molti altri cinema nel circondario (Bellinzago, Borgo Vercelli e Vercelli, Parona Lomellina, San Giuliano Milanese, San Martino Siccomario e Cornate d’Adda). Dopo sette giorni di chiusura quindi è arrivato il cambiamento progettato a lungo dalla proprietà.

Finisce l'”era Di Maggio”

Lo storico multisala rappresenta un tassello del vero e proprio “impero” commerciale costruito da Michele Di Maggio, l’imprenditore ormai scomparso che costruì in paese anche la Casa Albergo e il bowling. Originario di Taranto, si trasferì prima a Milano e poi a Castelletto. E proprio qui, negli anni ’80 ebbe l’intuizione di costruire un gigantesco bowling. A pochi anni di distanza, nel 1997, seguì il progetto del Metropolis, un multisala da 1.800 posti. E nel 2007 fu la volta della Casa Albergo. E se il bowling è stato venduto a un importante gruppo dell’abbigliamento lo scorso anno, ora con il cinema se ne va un altro tassello del suo impero imprenditoriale.

Non ci saranno licenziamenti

La nuova proprietà del multisala ha confermato che non ci saranno grandi cambiamenti nella gestione della struttura. Se da una parte infatti restano confermate iniziative di successo come “Un lunedì mai visto”, il cineforum organizzato dall’associazione “Quelli che il cinema…”, non ci saranno scossoni nemmeno sul fronte occupazionale. Infatti il titolare della nuova gestione, Michele Barone, ha confermato che il personale attuale sarà mantenuto a contratto.