iniziativa Iscrivetevi al Gruppo WhatsApp del Corriere di Novara
progetto

A Grignasco “Sicurezza condivisa”

A Grignasco “Sicurezza condivisa”

Il Comune punta all'attenzione al vicinato.

Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre alle ore 18:02

“Sicurezza condivisa”: l’obiettivo è far riscoprire la solidarietà fra persone per creare insieme una protezione sempre maggiore nei confronti dei malintenzionati.

A Grignasco “Sicurezza condivisa”

Si chiama “sicurezza condivisa” ed è il progetto presentato dal Comune di Grignasco alla cittadinanza durante una serata molto partecipata. Obiettivo è far riscoprire la solidarietà fra persone per creare insieme una protezione sempre maggiore nei confronti dei malintenzionati. Non si tratta di ronde ma di un’attenzione al vicinato fortemente voluta dal sindaco Katia Bui e dall’assessore alla Sicurezza Dario Dho. Con “Sicurezza condivisa” si vuole anche avvicinare le forze dell’ordine ai cittadini. Spiega l’assessore Dho: «L’idea è di creare una rete tra abitanti per tenere sotto controllo il territorio comunale. Con “sicurezza condivisa” verranno individuati dei referenti di zona che raccoglieranno segnalazioni. In un secondo momento le informazioni verranno girate a me e alle autorità competenti. Ho aperto un profilo Facebook a cui rivolgersi per le segnalazioni ed è attivo anche un indirizzo email a cui scrivere: assessore.sicurezza@comune.grignasco.no.it». Il progetto è nato sulle orme di quello di Olgiate Olona, comune che è anche referente nazionale del progetto “Controllo del vicinato”.

p.u.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *